Archivi del mese: agosto 2008

ESTATE 2008. ROMALIVE va in Vacanza

..è ora di andare in vacanza anche per Romalive, ma dato che non amo molto ‘gli addii’  lo farò velocemente, anche perchè il mese che ci terrà separati, come tutti i periodi di vacanza, purtroppo volerà. Quindi metto a posto gli strumenti, do un’ultima veloce occhiata a questo foglio nero.. con un po’ di dispiacere negli occhi per il distacco .. e via. Si parte. Meta, la pace dei sensi.

UN VERO TRAGUARDO
Romalive a Settembre compirà 6 mesi, un vero traguardo per una piccolissima testata. Tra i risultati raggiunti c’è un dato statistico che mi riempie di gioia, 4500 visitatori dei post dell’Estate Romana. Il lavoro portato a termine con costanza su questo Blog è il frutto della passione e dell’amore che ho per la musica e il desiderio di divulgarne le mille sfaccettature e gli infiniti dettagli, che la rendono la forma d’arte più completa e più seguita di questo pianeta. Grazie veramente a voi tutti. Romalive non mancherà a Settembre e tornerà con nuove idee e spunti di riflessione.

Buone Vacanze !!
CristianaP

foto: gentile concessione del musicista
Bruno Valente Batterista 
dei ‘Verderame’

__________________________________________________________________
Il canale YouTube di Romalive.
Tuttii video del Blog in una unica playlist,
una compilation Estate 2008, e molto altro.

__________________________________________________________________
Portate la vostra radio in vacanza in streaming da ogni parte del mondo
(LINK)
 

Rai Radiouno      Radio Deejay      Radio Italia Solo Musica Italiana        
Rai Radiodue      RDS R.Dimensione Suono     RTL 102.5 Hit Radio                              
Radio 105 Network       Rai Radiotre      RMC Radio Monte Carlo                      
Radio Capital     Radio Kiss Kiss Network      m2o  
Cadena 100 – Barcelona      IbizaSonica – Ibiza                          

__________________________________________________________________
A tutti i Genitori in ascolto, un piccolo appunto di viaggio
Fonte ‘Campagna Bimbi sicuri in Auto’ www.mondomotoriblog.com

LE REGOLE PER TRASPORTARE I BAMBINI IN AUTO (fonte La Repubblica.it)

L’uso dei dispositivi di ritenuta è obbligatorio dalla nascita fino al raggiungimento dei 36 Kg di peso. Fino ai 9 Kg i bambini devono essere trasportati in senso contrario alla marcia dell’auto e sul sedile posteriore. Dopo i 10 Kg si può cominciare a sistemare il seggiolino secondo il senso di marcia. I bambini di età superiore ai tre anni possono occupare un sedile anteriore solo se la loro statura supera 1,50 mt.  I bambini di statura non superiore a 1,50 mt devono viaggiare legati agli appositi seggiolini. Possono non essere assicurati al sedile con un sistema di ritenuta per bambini, a condizione che non occupino un sedile anteriore e siano accompagnati da almeno un passeggero di età non inferiore a sedici anni.

I bambini non possono essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza collocato sul sedile anteriore se la macchina è provvista di airbag frontale, a meno che non possa essere disattivato. Il posto più adatto è il sedile posteriore, al centro, che protegge anche da eventuali urti laterali.

Lo schienale del seggiolino deve essere ben appoggiato al sedile della macchina e le cinture presenti sul dispositivo devono sempre essere allacciate, anche per brevi tragitti.

Per i trasgressori sono previsti il ritiro di 5 punti dalla patente e una sanzione da 68,00 a 275,00 euro.

Fonte La Repubblica.it

Lascia un commento

Archiviato in 1.0 MUSICA, 2.0 INIZIATIVE

EVENTI LIVE. SURF MUSIC FESTIVAL

Il silenzio di Roma in queste ore fa sì che se ne possano ascoltare i suoni, non più coperti dai rumori del traffico. Sembra lo spettro della capitale fino a poche ore fa piena di vita. Di colpo è come se il maestro d’orchestra avesse posato la bacchetta e tutti gli orchestranti avessero ordinato gli strumenti. Il concerto è finito. La stagione riprenderà in settembre, quando l’apertura di scuole e uffici riporterà Roma ad essere quella strombazzante metropoli di sempre. Godiamoci il silenzio per un po’… Intanto la musica si sta spostando per raggiungere gli italiani in vacanza. Allora partiamo anche noi seguendo la scia della musica che ci  porterà, questa volta, fino a Calafuria, provincia di Livorno, Toscana. Qui sta per iniziare il più grande beach festival europeo della musica surf, un genere che si colloca nella sfera del rock un po’ di nicchia ed è piuttosto sconosciuto al pubblico di massa. Nonostante il carattere ‘distaccato’ rispetto ai circuiti più tradizionali, raccoglie notevoli consensi a livello mondiale. Numerose le band da tutte le parti del mondo, alcune delle quali vedremo il 16 e 17 agosto al Summer Festival di Calafuria.  Quindi sacco a pelo alla mano, tenda sulle spalle e testa sul collo, va bè, ma quella non va scordata mai …

> STORIA del SURF ROCK < fonte Wikipedia

Per capire di che genere musicale si tratta, basta pensare all’esempio più famoso, il brano ‘Misirlou’ di Dick Dale che nel 1994 esplose nelle sale cinematografiche, grazie al successo della pellicola > Pulp Fiction < nella cui colonna sonora il regista Quentin Tarantino decise di inserire alcuni brani di Surf Rock.  

Dick Dale – Misirlou – Pulp Fiction Theme

Il surf rock nasce negli anni sessanta come genere ispirato dalla cultura surfista della California meridionale. E’ qui che viene lanciato da Dick Dale al quale poi seguirono formazioni come la più nota > The Beach Boys < con la loro famosa Surfin’USA. Il genere, rimasto in una nicchia, è andato poi scomparendo. Negli anni novanta alcuni si ispirararono al Surf Rock di allora per dare vita al Surf Revival. Oggi questa Musica arriva a noi con influenze di musica ellettronica, punk rock e garage ed è caratterizzata da un ritmo di base aggressivo, tipico delle sonorità underground.  

Quello di  Calafuria è sicuramente l’evento europeo più importante perchè vedremo sul palco alcuni tra i gruppi più significativi della scena provenienti da tutto il mondo. The Vibrants, The Barbwires, The Charades, Bitch Boys, The Surfadelics, I Surfoniani, The Wavers, Jaguar & The Savanas e poi Gli Ambasciatori dell’Amore, I Rifflessi e molti altri ancora. 16 e 17 Agosto 2008 Calafuria, S.S. Aurelia, Loc. Romito Livorno

Bitch Boys – Gotchya!

 

CALENDARIO CONCERTI:

SABATO 16/08 PALCO PRINCIPALE
16.30 The Surfadelics
17:45 Jaguar & The Savanas
19:30 The Crashmen
21:00 The Charades
22:15 The Vibrants

DOMENICA 17/08 PALCO PRINCIPALE
17:00 I Surfoniani
18:15 The Wavers
19:30 The Wet-Tones
21:00 The Sunny Boys
22:30 The Barbwires
23:30 The Bitch Boys

DJ SET alla fine dei concerti

DOMENICA 17 PALCO LATERALE
18:00 I Rifflessi The Italian face of 60s surf beat
22:00 Gli Ambaciatori dell’Amore Fantastic beat from the fabulous 60s

 

 

i mille colori della la favolosa
> Fender-Jaguar < 
utilizzata nel Surf Rock

Lascia un commento

Archiviato in 0.2 EVENTI LIVE, 1.0 MUSICA, 2.1 ALTRE CITTA'

A TEMPO D’ESTATE

‘La città è vuota, e menomale che c’è crisi!’ Stessa frase di circostanza, detta nello stesso giorno da due tassisti in due diverse città d’Europa. Sono mesi che dicono e tutti diciamo che c’è crisi. Per un anno abbiamo ascoltato e letto previsioni catastrofiche, secondo le quali solo pochi privilegiati avrebbero potuto godere delle vacanze, mentre la maggior parte della gente sarebbe rimasta a soffrire il caldo torrido della città o comunque a soffrire per qualcosa o per tutto. E dunque, il mese in corso è l’estate per tradizione. Però nel mio palazzo ci sono solo io. Quindi due sono le ipotesi o io vivo in un palazzo di privilegiati oppure qualcosa non quadra. Chissà perchè, con rispetto parlando per i miei adorabili e normalissimi vicini, credo che qualcuno abbia fatto male i conti. Un dubbio senza risposta, per ora e chissà per quanto. Vorrei solo evitare che il qualunquismo da taxi transfer divenga lo stile adottato dai media ‘di massa’ perchè riportare è d’obbligo, ma terrorizzare sulla base di numeri – per altro fatti da altri uomini – e quindi evidentemente soggetti all’errore umano, è in qualche modo massivamente crudele. Questo invece è un momento di riposo e riflessione. Dell’osservazione dei traguardi raggiunti e degli orizzonti in avvicinamento.

Lei, Janis, cosa gli urlerebbe in faccia al partito dell’allarmiso, se fosse ancora con noi? … con questo brano vorrei ricordare urlando che è Summertime. Tregua!!  

Janis Joplin – Summertime (Live Gröna Lund 1969)

Janis moriva quando nascevo nel 1970 così forte così debole.. ‘…offrendo delle interpretazioni assolutamente sincere, cariche di dolore, gioia, melanconia, passione, rabbia furente, senza mediazioni, se non la voce: una voce alla cartavetrata, fortemente emotiva e assolutamente commovente, una voce che toccava e tocca le corde profonde dell’animo umano per la sua sensibilità per il suo provenire direttamente dal cuore e arrivare al cuore e all’anima dell’ascoltatore..’ >Fonte Wiki<

Al Dueño de la Playa de Garraf, perchè senza dire nulla mi ha fatto vedere che la crisi è solo dentro di noi e nasce per lo più dal desiderio inconscio e indotto di cose di cui realmente non abbiamo bisogno… Aria fritta e tempo perso.  <3

 

>RISPOSTE PIU’ CONCRETE
SULLA GROSSA CRISI
<

LINK

3 commenti

Archiviato in 2.0 INIZIATIVE