BASTA (fare la festa alla donna)

Standard

image_1image_2

Fiori calpestati di Sandra Renzi pittura su tela

Ho botte e lividi dappertutto. Ma il dolore più grande è quello interiore, per me, per i miei cari. Ci sono notti in cui non riesco a dormire, mi sveglio urlando, mi sforzo di ricordare un particolare, un dettaglio. I giornali domani parleranno di altro, ma quello che è successo non passa, non per me […] Hanno scritto che mia sorella era con me, come per far credere che lei avrebbe dovuto difendermi. Non c’erano né lei né il mio ragazzo, ero andata con altri amici. E nemmeno loro avrebbero potuto salvarmi perché in quel maledetto bagno c’ero andata da sola.  [..testimonianza reale – fonte: La Repubblica]

________________________________________ 

Dom. 8/03/2009  LOTTO MA NON SOLO L’OTTO
Collettiva d’arte a cura di Ilaria Aquili
HAPPENING in via Castelnuovo di Porto 13 (zona Ponte Milvio)
€ 10,00  h. 21:00  INFO 392 1037824

Rinassense (rinassense.com) ci invita ad un momento di riflessione e di analisi, attraverso un’esposizione dedicata alla donna in quanto madre dell’umanità, alla sua dignità, al suo impegno per la crescita dei figli e per il miglioramento della società. Un’iniziativa per parlare, attraverso il potente mezzo artistico del fenomeno della violenza contro le donne, con l’intento di interpretare il comprensibile risentimento pubblico, per un fenomeno che non sembra decrescere, attraverso una manifestazione di cultura e di civiltà.

________________________________________ 

Racconto di uno stupro

LA DEPOSIZIONE SURREALE : Abbiamo atteso che spegnessero le luci dell’auto e si sistemassero sul sedile posteriore: abbiamo rotto un finestrino e fatto scendere lei, l’abbiamo chiusa nel bagagliaio e ci siamo spostati con l’auto 200 metri più avanti, in una discarica dove sapevamo che non sarebbe mai venuto nessuno. Un posto isolato. Il ragazzo era sul sedile posteriore. Siamo scesi e lo abbiamo legato con le braccia allargate e la faccia rivolta verso l’auto.  A turno, ognuno di noi l’ha sodomizzanto e percosso con una spranga di ferro arrugginita. Poi costretto a vari rapporti orali.  Quindi gli abbiamo spento le sigarette sui genitali e sul torace.


LA DEPOSIZIONE  [tratto dalla deposizione reale di uno stupro avvenuto vicino Roma poche settiamane fa’]
: Abbiamo atteso che spegnessero le luci e si sistemassero sul sedile posteriore: abbiamo rotto un finestrino e fatto scendere lui, lo abbiamo chiuso nel bagagliaio e ci siamo spostati con l’auto 200 metri più avanti, in una discarica dove sapevamo che non sarebbe mai venuto nessuno. Un posto isolato. La ragazza era sul sedile posteriore. Noi siamo scesi e poi a turno, uno per volta, ognuno di noi è entrato e l’ha violentata. Io all’inizio ho esitato ma poi ho fatto come gli altri. Anzi, uno l’ha violentata due volte. Quindi le abbiamo strappato la catenina e siamo andati via a piedi con i loro telefonini e le scarpe di lui. Per giorni siamo rimasti nascosti in una casa di Castel Madama, aspettando che il romeno padrone della Bmw ci venisse a prendere per portarci via.

NdR: questo post è dedicato a tutti gli uomini gentili.

___________________________________________

LINKs

>> SANDRA RENZI

>> RINASSENSE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...