BRAD MEHLDAU TRIO | AGRILATINA (LT) 15.7.2018

Standard

Domenica 15 luglio 2018 ore 21.00 il pianista Brad Mehldau con il suo straordinario trio sarà in concerto a Latina. Voluto fortemente dal direttore del Maggio Sermonetano, l’illuminato Massimo Gentile, l’evento si svolgerà in un sito molto particolare, in mezzo alle campagne di Fogliano (LT) – Sabaudia, e gode del Patrocinio del Comune di Latina. BIGLIETTI: al momento già in vendita tramite bonifico (leggi sotto) e prestissimo anche tramite eTicketing. 

BIGLIETTI  Tel.  329.6284750 – 346.6674666 > sito Maggio Sermonetano <

ONSTAGE
Brad Mehldau piano
Larry Grenadier basso
Jeff Ballard batteria

AgriLatina via Litoranea N. 8128 Latina

Brad Mehldau è indubbiamente uno dei più influenti jazzisti degli ultimi 20 anni. Pianista dotato e carismatico, deve la sua folgorante carriera alla sua grande sensibilità e al suo innato senso di melodia e improvvisazione.

Da Cole Porter ai Beatles ai Radiohead, la musica di Brad Meldhau non ha confini e ti invita a un’avventura musicale tra le più emozionanti, tra rispetto per la tradizione e audacia contemporanea. In trio con il bassista Larry Grenadier e il batterista Jeff Ballard, i suoi compagni preferiti, offre al pubblico il suo leggendario lirismo. I suoi ‘voli’ per il pianoforte, scanditi da molti momenti di grazia, gli hanno valso il seguito e l’amore di un vasto pubblico a livello mondiale. Scrive Massimo Gentile, direttore artistico del Maggio Sermonetano, organizzatore dell’evento: “La personalità musicale di Brad Mehldau si imposta su una dicotomia: improvvisazione, base delle performance del musicista, illuminante e spontanea riserva sorprese a chi lo ascolta; e l’architettura musicale attraverso la quale l’artista da una forma. Il suo pensiero musicale utilizza lo strumento come mezzo espressivo, introspettivo attraverso il rilassamento. Il risultato delle sue performance danno la sensazione di un caos controllato”

APPROFONDIMENTO su Romalive #PIN Brad Mehldau 

Continua a leggere

Annunci

CO-WRITING E LIBERTÀ | INVISIBLE ATLAS in concerto

Standard

Mettetevi comodi, chiudete gli occhi e siate pronti a partire. Alla volta dei confini tra musica scritta e quella improvvisata, alla scoperta di un percorso geografico ed emotivo che legherà i confini settentrionali e meridionali del continente Europeo. 

A guidarci saranno la contrabbassista Ilaria Capalbo e il pianista Stefano Falcone. La loro è una collaborazione di lunga data e un work in progress evolutosi negli anni, che oggi li vede impegnati tra la Svezia e l’Italia a lavorare su composizioni originali, co-writing e libera improvvisazione, portando una delle formazioni jazz più tradizionali e complesse, ovvero il duo piano e contrabbasso, verso un suono fortemente distintivo. La Classica è il punto di partenza, il Jazz è nel loro cuore, nelle loro mani e davanti ai loro occhi. Così contemplano ed ammirano queste due forme di musica colta abbracciando l’idea che esse siano fortemente collegate e, caspita, lo dimostrano. E così, in un momento, il barocco entra ed esce dalle corde del contrabbasso di Ilaria mentre il piano di Stefano traccia una melodia accattivante, improvvisata ed inattesa. Infatti, separando i due ascolti, sono due musiche diverse. Se li unisci diventano una nuova sola voce

E no, non è facile spiegare la musica, in questo caso più che mai. Andate ad ascoltarli e, per favore, chiudete gli occhi e lasciatevi andare.

Saranno a Roma per due date:   Continua a leggere

AL MIO SEGNALE SCATENATE … IL GLADIATORE AL CIRCO MASSIMO

Standard

Il Gladiatore torna a casa! Dopo aver incantato le platee di tutto il mondo finalmente la visione della straordinaria opera di Ridely Scott, con protagonista Er Gladiatore Russel Crowe, sarà a Roma al Circo Massimo per due sere, 8 e 9 Giugno, accompagnata in sincrono da oltre 200, tra musicisti e coro, dell’Orchestra Italiana del Cinema che dal vivo suonerà la colonna sonora, sotto la direzione del Maestro Justin Freer. La maestosità di questa pellicola, vincitrice di cinque Premi Oscar, è sottolineata proprio da una colonna sonora stupefacente, composta dal maestro Hans Zimmer. Nominata agli Oscar ma, pur non avendo ricevuto il premio, questa colonna sonora è considerata una delle migliori del cinema contemporaneo. La rivivremo dal vivo! E sarà un’esperienza senza precedenti. Sarà presente come special guest la stessa cantante interprete dell’opera cinematografica, la contralto australiana Lisa Gerrard.

Romani Scatenate … l’acquisto su Tickeotone (qui in basso il link ai biglietti)

“Mi chiamo Massimo Decimo Meridio, comandante dell’esercito del Nord, generale delle legioni Felix, servo leale dell’unico vero imperatore Marco Aurelio. Padre di un figlio assassinato, marito di una moglie uccisa… e avrò la mia vendetta… in questa vita o nell’altra.”

Continua a leggere

#PIN : ‘A LOVE SUPREME’ IL MANOSCRITTO ORIGINALE

Standard

«Durante l’anno 1957 sperimentai, per grazia di Dio, un risveglio spirituale che doveva condurmi ad una vita più ricca, più piena, più produttiva. A quel tempo, per gratitudine, chiesi umilmente che mi venissero concessi i mezzi ed il privilegio di rendere felici gli altri attraverso la musica. Sento che ciò mi è stato accordato per Sua grazia. Ogni lode a Dio.» (Dalle note di copertina scritte da John Coltrane per l’album A Love Supreme)

WIKI: A Love Supreme è un album discografico del musicista jazz statunitense John Coltrane registrato il 9 dicembre 1964 agli studi Van Gelder, a Englewood Cliffs, in New Jersey. Ritenuto il capolavoro di Coltrane ed uno dei dischi più importanti della storia del jazz, nel 2003, l’album è stato inserito alla posizione numero 47 nella lista dei 500 dischi migliori di sempre redatta dalla rivista Rolling Stone

continua a leggere per scoprire il manoscritto dello spartito 

Continua a leggere

LA BOSSA NOVA COMPIE 60 ANNI

Standard

Ha i suoi anni, ma non si vede affatto! Quasi sessanta per l’esattezza quelli che copie la Bossa nova, una di quelle musiche senza tempo o, per meglio dire, che il tempo lo ha attraversato mantenendo sempre una forma smagliante, proprio come il sorriso della sua testimonial, la Garota de Ipanema, The Girl From Ipanema, uno dei brani più suonati e cantati al mondo, scritto da Moraes e Jobim ispirati  dalla giovane Heloisa Pinheiro, per tutti Helô, 17 anni. Quale uomo non ha sognato almeno una vota di farsi abbracciare da questo splendore di ragazza, che rappresenta il bello di una nazione. Infatti, è anche grazie alla bossanova e a la sua Garota, se  nell’immaginario collettivo il mondo vede il Brasile come un paradiso in terra. Non staremo qui a dire che invece il Brasile è un paese per alcuni aspetti non così bello e dove è difficile vivere, perché questo è uno dei poteri della musica e sinceramente, va benissimo così e continuiamo a sognare.

Continua a leggere

NON LA CLASSICA IMPROVVISAZIONE. A CARTE BLANCHE IL DUO CAPALBO – FALCONE

Standard
foto di copertina di Paolo Sorani 

Ven. 23 Marzo
CARTE BLANCHE presenta
INVISIBLE ATLAS TOUR 
Ilaria Capalbo Contrabbasso
Stefano Falcone Pianoforte
20.30 Aperitivo InFunzione
21.30 Concerto
Associazione Culturale #InFunzione
Via Pietralata 157, Roma
#InFunzioneLive

Nuovo appuntamento da non perdere il 23 marzo prossimo con gli amici di Carte Blanche, che oramai mi sono entrati nel cuore. E accadrà anche a voi appena varcherete quella porta. Un luogo lontano dalle varie movide, se anche ce ne fossero a Roma, fuori dai rumori e dalla routine cittadina, ospite dell’associazione In Funzione di Via di Pietralata,  Carte Blanche è un non-luogo fatto dalle persone, in cui l’accoglienza è simile, molto simile, ad un modello casalingo. Come si entra si è subito amici e in qualche modo familiari. Un evento people-to-people che ha l’unico obiettivo di ‘divulgare’ senza pretendere nulla in cambio, ma solo per il sacrosanto gusto (e diritto) di farlo. Così semplicemente, tra esseri umani. Una dimensione, ideata e realizzata dal fotografo Paolo Soriani, che ho apprezzato sin dal primo momento. Certo, è stato un super MOMENTO dato che ho iniziato la mia esperienza in Carte Blanche gustandomi un delizioso piatto di pasta con Dave Liebman, che nel frattempo mi raccontava come nel 1969 con i suoi amici visse, seppur a distanza, il festival di Woodstock. Che dire! Ho avuto un imprinting meraviglioso. Ma non solo per questo mi sento di nominare Carte-Blanche uno dei miei non-luoghi preferiti. E di certo è anche un luogo, bellissimo tra l’altro e che non ti aspetti. Andateci, non vi dirò di più.

Potete farlo il 23 Marzo, quando Carte Blanche in Funzione ospiterà una tappa del tour di due straordinari musicisti, la contrabbassista Ilaria Capalbo e il pianista Stefano Falcone. Il duo lavora principalmente su composizioni originali e co-writing, portando una delle formazioni più tradizionali e complesse verso un suono fortemente distintivo, di tipo cameristico, che prende forma dalle origini classiche dei due musicisti e si sviluppa nei loro percorsi legati al jazz e alla musica improvvisata. L’album di debutto del duo, dal titolo Invisible Atlas, è uscito nel novembre 2017 per la Skidoo Records.

Continua a leggere

ALMENO SU JIMI NON FATE ERRORI

Standard
Mandatory Credit: HEADER Photo by MARC SHARRAT/REX (16987j) The Jimi Hendrix Experience – Jimi Hendrix at the Marquee Club, London – 1967

Il problema non è da poco. Fare errori in rete ci potrebbe costare molto caro domani. Ma domani-domani, quando cioè avremo lasciato in eredità ai posteri tutte le sciocchezze che oggi, seppur spesso in buona fede, scriviamo in rete. Di certo, ci sono moltissime cose ben scritte o meglio che rispecchiano i fatti. Ma tra 100 anni chi avrà la memoria effettiva, quella cioè che si ha per aver vissuto o studiato a fondo i fatti di certe epoche? Pochi. Di certo farà fede, per un qualsiasi utente, quanto è stato scritto ed è stato detto da chi è già passato remoto.

Continua a leggere