100 ANNI DI BIRD NEL DISCO DI ZAZZARINI il 14/12 al Platz.

Standard

Si tratta del nuovo progetto discografico del sassofonista e compositore Mauro Zazzarini insieme alla sua Ensemble “CHARLIE PARKER CON GLI ARCHI” (with strings). E’ la riproposizione di un esperimento storico il cui obiettivo è anche ricordare il grande sassofonista Charlie Parker, nel centenario della sua nascita

L’evento di presentazione del disco si terrà al Alexanderplatz Jazz Club, in via Ostia 9 Roma “Mauro Zazzarini Plays “Charlie Parker With Strings” con Latina Philharmonia Orchestra diretta da Francesco Belli – 14 Dicembre 2019 Charlie Parker 1920-2020.

ONSTAGE
Mauro Zazzarini alto Sax
Francesco Belli direttore
Philharmonia Orchestra di Latina .


Dalle Note di copertina del disco a cura di di Egidio Pozzi.

Le registrazioni di Charlie Parker con un’orchestra con gli archi sono per il grande musicista afroamericano non solo il coronamento di un desiderio più volte espresso ma anche il segno di una concezione estetica e compositiva al quale egli si era avvicinato tra la fine degli Anni ’40 e l’inizio dei ’50. L’interesse di Parker per la musica classica è ampiamente documentato da diversi studiosi che hanno individuato sia un vero e proprio cambiamento nelle sue abitudini di ascolto a partire dai primi Anni ’40 sia l’uso nelle registrazioni e dei concerti dal vivo di citazioni provenienti da compositori europei come Chopin, Stravinskij, Rossini, Grieg e Wagner. Ad eccezione di Repetition, incisa nel 1947, tutte le altre registrazioni con gli archi si collocano alla fine del periodo più maturo e produttivo della vita di Parker. Tra il 1947 e il 1949, infatti, la sua evoluzione artistica raggiunse il suo massimo livello: il numero di registrazioni in studio si moltiplica rispetto a quelle degli anni precedenti,mentre la qualità e la coerenza stilistica delle sue performance toccano un apice assoluto. In questi anni, alle caratteristiche tipicamente parkeriane collegate alla creazione di un proprio linguaggio formato sull’elaborazione dello stile di musicisti come Lester Young e Coleman Hawkins, si deve aggiungere un magistrale controllo del tempo e degli aspetti ritmico-metrici.

Continua a leggere