FLAMENCO NELLA CAPITALE

Standard

Sono appena rientrata dalle mie vacanze che ho trascorso in Spagna dove, come sempre ho passato il tempo lentamente. Peccato che non abbia trovato grandi novità in campo musicale, anche se forse non mi sono dedicata abbastanza nella ricerca, ma il vento caldo delle Baleari mi cullava sotto il sole caldissimo.

Passando per Barcellona ho saputo da alcuni artisti di strada che ora è vietata qualsiasi rappresentazione artistica non autorizzata – insomma è vietata la street art e in particolar modo la musica suonata dal vivo, cosa che in precedenza rendeva la città un vero e proprio teatro a cielo aperto.

Che la Spagna si fosse lasciata tarpare le ali dal fantasma della crisi… una parola effettivamente che riempie le conversasioni di molti dei nostri vicini iberici, forse troppo, e che ha favorito l’inevitabile aumento dei prezzi e l’abbassamento del livello di qualità diffuso, in modo piuttosto omogeneo, in tutti i settori. Per la musica è come se la fantomatica o reale crisi avesse appiattito le menti e bloccato l’ispirazione e la creatività. Peccato! 

 

10-20 sett. 2009 
¡FLAMENCO!
Festival di Flamenco
Ballo, Canto, Musica e approfondimenti

Auditorium Parco della Musica
vai a >>>  programma per orari, costi e sale

Per trovare un po’ di sapore di Spagna vi ricordo che continua fino al 20 settembre la terza edizione di ¡FLAMENCO! festival dedicato al genere nato in Andalusia, espressione artistica tra le più antiche e spettacolari, capace di evolversi fino ai giorni nostri e continuare a rappresentare la contemporaneità in cui è radicato. Il flamenco, o flamenquito come viene definito in modo quasi affettuoso, è nel dna culturale della Spagna, e come tale si mescola ai generi più giovani apportando sempre quel sabor differente e unico – riconoscibile e tipico. Trovo affascinanti ad esempio Ojos de Brujo un gruppo musicale spagnolo formatosi a Barcellona, nel ’96 . La loro musica si caratterizza per la fusione di stili, cercando diversi punti di incontro tra il flamenco con altri stili musicali, come il reggae, l’hip hop, il rock e la musica elettronica.

Il Festival in corso all”Auditorium parco della Musica presenta un flamenco più tradizionale con alcuni tra gli artisti più rappresentativi. L’auditorium ha assicurato che la maggior parte degli spettacoli sarà rappresentata in prima nazionale o per la prima volta in Italia.

Vi segnalo che il giorno 16 settembre ci sarà il concerto della PMJO – Parco della Musica Jazz Orchestra che incontrerà un’altra big band che unisce jazz e flamenco, Perico Sambeat Flamenco Big Band diretta dal sassofonista valenciano Perico Sambeat per un concerto che si prevede unico in cui la sezione fiati della PMJO incontra la ritmica della formazione spagnola.  

Nel programma della rassegna, oltre agli spettacoli di baile, cante, toque, saranno presenti serate danzanti, incontri, masterclass, mostre, eventi speciali. Un’occasione unica per conoscere le ultime tendenze del flamenco, per vedere all’opera i suoi più importanti esponenti, per praticarlo e per gustarne tutte le espressioni.

.
Molto attesa anche il 18 e 19 settembre Rocío Molina la giovane ballerina di Málaga che presentrà gli spettacoli Oro viejo e Almario, in qualità di coreografa e interprete. Rocío è una delle più importanti bailaoras contemporanee dal grande talento anche creativo e straordinarie doti interpretative. 

 

>>> programma

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...