FREAK CON SIMONE AVINCOLA. Uno dei suoi ultimi contributi alla Musica.

Standard

Ha colpito tutti la morte di Freak. Giornali e online sono pieni di ricordi e saluti. Tutti i più grandi giornalisti e artisti in queste ore lasciano un ricordo e una parola per lui. Ma se erano anni che non mi cagavate (starà dicendo lui da su, o forse da giù). Chi ha qualcosa di concreto da dire è sicuramente Simone Avincola, giovane cantautore romano che non avrebbe mai pensato,  invitando Roberto nel suo disco d’esordio appena pubblicato, che quella registrazione sarebbe stata una delle ultime incisioni dell’istrionico rocker bolognese.

ROMALIVE: Simone dimmi di più..

SIMONE AVINCOLA: Organizzammo un suo concerto a Roma, in un locale che gestivo. A fine concerto mi chiese di fargli sentire qualcosa di mio. Gli feci sentire Così canterò tra vent’anni e ne rimase folgorato, si mise a ridere e cominciò a dire: “Qui sarebbe bello che ci fosse la moglie che… Il figlio…. ecc..”  Nacque così la nostra amicizia. Ci sentivamo spesso per telefono. Mi chiamava lui, lo chiamavo io. Poi con l’avvicinarsi della fine del disco, andai su a Bologna per registrarlo. Entrammo più in intimità, mi raccontò la sua vita e delle sue esperienze personali e mi parlò di musica. Un mese fa mi ha chiamato per telefono. Mi ha fatto gli auguri per il disco e io gli ho fatto gli auguri per un’operazione che doveva fare e che lui diceva esser ‘tranquilla’, ma a quanto pare così non è stato. La sua morte mi ha colpito molto e non mi aspettavo questa ricaduta della malattia.

A metà Marzo sarebbe dovuto tornare a Roma perché avremmo fatto insieme ‘cosi canterò tra vent’anni’, ma purtroppo ora sono qui a ricordarlo. Tuttavia, come ha giustamente detto Fiorello nella sua Edicola, Freak va ricordato con un sorriso.. evitando tristezze e banalità. Io così lo ricordo. E lo ricordo anche per la sua dolcezza come in questo brano “Pero Quasi”, uno degli ultimi.

ROMALIVE: è molto divertente il cameo nel tuo video …

SIMONE AVINCOLA:  Come si vede nel video Freak recita una parte e in alcuni frame è addirittura visibile. Ci siamo divertiti moltissimo a farlo e in realtà la registrazione totale del lavoro  dura quasi 3 ore in cui quel geniaccio ha improvvisato tanti diverse situazioni come la parte delle mie fan, Radio Avincola, di mia moglie e dei miei figli, ecc. Per il video ovviamente abbiamo dovuto fare una scelta e prenderne solo una parte che abbiamo inserito nel album e nel video. Ma oggi avere queste tre ore di improvvisazione per me è il regalo più bello e il suo valore è enorme. Non sono sicuro se dopo questa collaborazione Freak abbia partecipato ad altri lavori, di sicuro come uscita di produzione, quella con me è una delle ultime

ROMALIVE:  ora porti con te  un ricordo importante. Quale è la lezione umana e artistica che Roberto ti lascia?

SIMONE AVINCOLA:  Freak non dava lezioni

di C.Piraino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...