A Riot Called Napoleon Maddox

Standard
ISWHAT?! Concert in Rome 2013 by cristiana.piraino
TUTTE LE FOTO clicca sulla foto di copertina e entra nel profilo di Romalive 

ISWHAT?! Concerto a Roma del 1.11.2013. Sono passati alcuni giorni da quando al  Lanificio 159 ho partecipato (non solo ‘assistito’) al concerto di ISWHAT?! Un evento che mi rimane nel cuore e che non dimentico, nonostante i giorni stiano passando velocemente e altri eventi e altre musiche stiano riempiendo le mie giornate. Tuttavia questo è uno di quei concerti che rimarrà fisso nella mia testa e non solo. Considerando che io dimentico parecchio – e per questo conservo tutto, biglietti di cinema in primo luogo per dire ogni tanto riguardandoli ah! questo l’ho visto ..  si ma di che parlava? Boh! – di questo concerto ricorderò ogni singola nota o quasi. Quella sera, il 1 Novembre scorso, ogni gesto e soprattutto ogni parola pronunciata da Napoleon Maddox aveva un senso. Riportava a noi che lo ascoltavamo il significato delle cose importanti (sulla vita, sull’altruismo, sulla condizione umana), la profondità che attraverso la musica si può esprimere affinché l’intrattenimento possa diventare anche un momento per riflettere su quello che stiamo facendo in questo mondo o cercando di fare. E semmai di farlo meglio, ma senza retorica, senza un  filo di presunzione. Semplicemente rappresentando la realtà. Andate a riascoltare i loro brani sul profilo soundcloud o fate la cosa giusta e compratevi i loro dischi.

Musicalmente? Un muro. Altissimo e insormontabile. Sono avanti, ma talmente avanti che conviene rinunciare direttamente. Ammettiamolo, il Rap in Italia non è. ISWHAT?! lo materializza e ne mostra tutta la sua bellezza. Ma come è giusto ricordare, come per la Bossanova e il Son o il Tango o anche la Pizzica, così il Rap è una musica talmente radicata nel dna originario (made in USA) che qualsiasi tentativo di riprodurlo al di fuori di quei confini geografici o spirituali, risulta essere riduttivo. E non aggiungo. Va bene così, senza nulla togliere a nessuno, anche perché fare paragoni non è giusto. Loro il Rap lo fanno dal vivo in acustico, con gli strumenti. Nessuna base, nessuna tastiera, nessun loop. Batteria, basso e sax, nel caso di Roma, che sostengono il vocalist e spesso duettano improvvisando con lui-fatto-strumento. Mai visto un beatboxer così in vita mia. Se la suonano e se la cantano e ciò che ho visto e sentito mi ha ricordato i miei giorni felici a inseguire gli Arrested Development.. Ecco. Sono stata molto felice. Si questo concerto mi ha riempito il cuore. Ho rubato alcuni momenti con il mio smartphone che condivido qui volentieri con tutti voi – foto su Flick e Video su Youtube.

“It’s never too late to be born again”

Questa frase, una delle tante che ha colpito nel segno. Lo Twittata quella sera dal mio profilo TW @Romalive

MORE

ISWHAT?! Napoleon maddox

Alla fine del concerto, due chiacchiere e un po’ di autografi per me, ma soprattutto per i miei bambini. Napoleon ci ha tenuto molto a mandare loro una dedica.


E questo è il video che ha ispirato il titolo di questo post. Un evento stupendo che Napoleon ha voluto dedicare a una delle sue fonti di ispirazione, che poi è anche la mia, e di tantissime altre persone. Nina Simone. 

di C.Piraino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...