MONTI, E’ SUBURRA? ADDIO A ALBERTO BONANNI

Standard

Alberto Bonanni

Me la immagino come una scena alla Kubrick, con la differenza che qui non c’è né poesia né bellezza. C’è l’accanimento senza motivo contro una persona qualsiasi, ‘beccata’ a caso per strada. Per fare qualcosa ‘di nuovo’ da poter raccontare al bar o forse da annoverare tra le ‘imprese’ importanti. Invece è stata solo una porcata, l’ennesima probabilmente per un gruppo di falliti che non ha veramente nulla di bello o di importante da lasciare in eredità al mondo. Persone inutili che hanno pero’ segnato un destino. Quello di Alberto Bonanni, bassista romano che poche ore fa è tecnicamente morto, dopo oltre tre anni di coma irreversibile.

Continua a leggere