OONA REA: FIRST CLASS DEBUT ALBUM

Standard

“First Name: Oona” è un disco sornione, che ti scorre sottopelle, che ti gira nelle orecchie, che ammicca e ti chiede di premere ancora “play”. Almeno Úna volta.

Oona Rea (si legge Una) classe 1991, talento innato e figlia d’arte di Danilo con il quale ha  girato palchi di mezzo mondo, cresciuta a “pane e blues” si è formata come cantante nel Conservatorio di Santa Cecilia. Oona è una vera sorpresa! Una vocalità lontana da ciò che il jazz e la musica in genere sono soliti ascoltare oggi. C’è chi l’ha paragonata a voci rare e strabilianti come Annette Peacock, da pochi giorni si è presentata ufficialmente al ‘mondo’ con il suo album di debutto “FIRST NAME : OONA” ed. Jando Music e Via Veneto Jazz, un disco che sorprende dalla primissima nota, suonato meravigliosamente da un line up di Top Jazz internazionale. Al primo ascolto già ti entra nel cuore e decidi subito di mandarlo in loop.  

Luigi Masciari con Oona ha composto le musiche e ha anche suonato la chitarra e curato gli arrangiamenti.  Al basso, a suonare le nove canzoni, il grande Alfredo Paixão,  il poetico Alessandro Marzi ha aggiunto una batteria. E ogni tanto è andato a trovarli in studio anche Danilo Rea, che ha suonato un pianoforte qui e là.

Video e Contenuti! continuando a leggere

Oona è un nome proprio femminile. È l’anglicizzazione del nome irlandese Úna, da scrivere rigorosamente con l’accento sulla u.

SHOP & LISTEN
iTunes ITA https://apple.co/2zJOyRQ
iTunes USA https://apple.co/2QdGZNq
Spotify https://spoti.fi/2zJPbuu
Disco Fisico Mondadori Store http://bit.ly/2E6Hime

LIVE
Il disco sarà suonato per la prima volta al Alexanderplatz Jazz Club, il tempio del Jazz romano, con il line up completo, il 10 Gennaio 2019

[COMUNICATO STAMPA] Oona è Úna. Una voce che ti ipnotizza con una cantilena dolce e poi ti scuote con vertigini imprevedibili. Una melodia indolente che ti culla e poi ti trascina in un groove morbido a cui non puoi resistere. Oona gioca con la voce e con le parole. Con la lingua italiana e con quella inglese. Oona scrive un verso e poi cambia idea, perché è tutto in movimento e tu puoi viaggiare con lei. Oona è funk, oppure è jazz, oppure è bossa, oppure è pop. Oppure non le importa, perché con lei il gioco dei generi non attacca. Li conosce tutti e li frulla insieme per proporti una musica Única e peculiare.

OONA-NP0236-Digipack-PRINT-012



di Cristiana Piraino

Ritornando alla vera forma delle nostre età, della nostra somma
ritornando alla coincidenza che ha portato a un punto di partenza
Ritornando a la nostra sentenza
Ricordando la loro influenza
Quanta autonomia costruisce un uomo
forse già lo sei
ma io non lo sono

[‘Forma” Oona Rea ]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...