‘Grandi artisti condividono la tradizione della protest song’ Intervista a Napoleon Maddox alla vigilia del suo concerto romano

Standard

Napoleon Maddox interview

Napoleon Maddox, l’artista per me ‘ideale’. Sincero e diretto, come la sua musica, mostra di avere una cultura immensa e trasmette un feeling da brivido. Mi ha rilasciato un’intervista che preferisco considerare una chiacchierata sulla sua visione delle cose, sulla musica, sul valore storico del jazz e sul ruolo che la musica (la sua) si assume nei confronti della società. Non ci da risposte ma suscita in noi la voglia di cercarne ancora e di porci sempre più interrogativi su cosa sia giusto fare. E’ questo il ruolo della musica oggi? Cerchiamo di comprenderlo nelle parole del leader e autore dei testi socialmente impegnati di ISWHAT?! band da Cincinnati, che utilizza la formula della improvvisazione recitata, parlata e cantata unita alle strumentazioni acustiche cercando in chiave jazzistica le forme della black music attuale. Nella loro musica il livello di energia è altissimo, conseguenza di una fusione tra rap, funky, soul e hip pop. Sono stati definiti street jazz o meglio la perfetta colonna sonora del mondo contemporaneo. Saranno a Roma al Lanificio il 1 Novembre prossimo nella rassegna Roma Jazz Festival 2013 – Speech.

Napoleon, questo è il suo nome di battesimo, come se i genitori avessero già previsto le sue grandi imprese, è un abilissimo rapper, cantante e un provetto beat boxer che con la propria voce riesce a riprodurre tutti i suoni di una batteria o di una drum machine. Sono felicissima oggi di pubblicare un po’ del suo pensiero.

In fondo alla pagina troverete un regalo, un free download, inviato direttamente per voi lettori di Romalive da Napoleon Maddox.

L’INTERVISTA


Q:
ISWhat ?! Con un punto interrogativo e un punto esclamativo. È come vi sentite? ed è sotto questa ottica che considerate il ruolo dell’arte contemporanea?
Napoleon Maddox: Sì, esattamente .. Rispondiamo alle domande con domande indiscrete.. Non pensare però che conosciamo le risposte, ma non abbiamo paura di andare al di là di ciò che è stato presentato come la storia “ufficiale ” .. In termini di arte, musica, politica, religione e vita in generale …

Q: Come molti artisti tu riesci a vedere oltre le cose e hai, per così dire, una posizione ‘privilegiata’ sul panorama del mondo che ci circonda. Attraverso la vostra musica si vede un mondo che non è proprio idilliaco e ideale, se mai esistesse un mondo ideale. Pensi davvero che la musica possa, oggi e in futuro, riconquistare una posizione critica capace di scuotere le coscienze e portare un miglioramento del comportamento di massa?
Napoleon Maddox: Non credo che la musica abbia mai abbandonato quel ruolo nel risvegliare le coscienze .. La musica migliore mobilita .. Sempre .. La domanda che andrebbe posta è se le masse cercano ispirazione allo scopo di migliorare il proprio comportamento – oppure- se la massa cerca solamente l’intrattenimento. Ironicamente alcune tra le più suggestive opere d’arte producono piacere anche quando viene ignorato il messaggio più profondo che esse contengono.

Q: How many people are intelligent enough? Questa frase dal vostro primo album “You figure It Out” mi colpisce totalmente. E’ una domanda che spesso mi pongo. Abbiamo una risposta? Sembra che singolarmente l’essere umano dimostri di avere intelligenza, ma nell’insieme agisca come una massa idiota. (e.. per favore raccontami di questa idea di riunire nel disco citato Charles Mingus e Public Enemy )
Napoleon Maddox: Ciò mi ricorda la condizione di alcune scuole dove per anni e anni le giovani menti non hanno potuto trarre ispirazione dalle lezioni degli insegnanti nelle aule, di conseguenza sembra che i giovani siano più interessati a mostrarsi ‘cool’ davanti ai loro pari .. (ndr. dove cool sta per freddi e privi di entusiasmo). Penso anche che l’essere umano in genere lavori in questo modo .. Le persone seguono tradizioni e tendenze .. Gli basta sapere che altri fanno la stessa cosa.. e si sentono ‘comodi’ in questo modo di agire .. E’ molto molto divertente osservare il mondo della moda e del design .. La gente oggi indossa o usa cose che avrebbero suscitato in loro una bella risata, se le riviste o la TV non gli avessero detto ‘it’s OK’ … SMH (ndr.. shake my head)

Riguardo all’idea di unire Charles Mingus & Public Enemy … Beh, è normale per ISWHAT?! Questi grandi artisti condividono la comune tradizione della protest song e dimostrano una creatività priva paura .. che io definisco MUSICA RIBELLE. Ma ci rendiamo perfettamente conto che molta gente pensa che il Jazz non abbia nulla a che vedere con con l’Hiphop .. Questo è il problema delle le persone che vogliono godere di una espressione artistica senza apprezzare le circostanze e la cultura di derivazione …

Q: Nella lista dei vostri ‘black music giants’ preferiti avete incluso John Coltrane. Per me è stupefacente! Il 1° Novembre partecipate a Roma ad una importante rassegna jazzistica  e ho capito l’importanza del jazz nella vostra musica. Mi preme chiederti, come è cambiato oggi il jazz e come giudichi la scena jazz contemporanea degli Stati Uniti, che è la patria del genere?
Napoleon Maddox:  Oggi è molto più difficile dare una impressione precisa di cosa si sta parlando quando si dice Jazz . .. ha subito grandi mutamenti dal punto di vista del suono e anche il suo ruolo sociale è cambiato .. Per vari motivi è diventato una musica sottostimata e poco rappresentata dalla comunità nera .. Ma il Jazz non morirà mai .. Le sue radici sono troppo vere e contengono una grande energia che arriva dall’anima, il soul power ..

Q: Quindi il Rap e il Jazz, due forme di musica che arrivano direttamente dal cuore, come una necessità di espressione dell’artista. Sono forse due diversi strumenti per una stessa rivoluzione socialmente impegnata – ma ciò è ancora possibile in un futuro?
Napoleon Maddox: Non è solamente possibile, ma sta accadendo. L’Hiphop da ormai decenni continua a portare al Jazz un nuovo pubblico .. io STESSO sono stato in grado di andare più in profondità nel Jazz proprio attraverso il mio apprezzamento per il grande Hiphop …e il Jazz a sua volta fornisce all’Hiphop un contesto più ricco di storia .. e in generale un dialogo come quello che noi stiamo avendo proprio ora .. dando voce e status a chi voce non ha..

Q: Siamo davvero entusiasti di sapere che presto vi esibirete a Roma. Sappiamo che le performance di ISWHAT ?! sono un mix di musica, vocalità e recitazione. Dicci chi sarà con te sul palco del lanificio e presentaceli uno ad uno?
Napoleon Maddox:  Saremo quattro in scena a Roma. Insieme a me, voce, beatbox e effetti ci saranno Erik Sevret al sax ed effetti, Dave Kane, basso e voce e Hamid Drake alla batteria, il mitico free drummer che avrete probabilmente ascoltato con Herbie Hancock e Pharoah Sanders . Oh … e, naturalmente, il pubblico che è sempre una grande parte dello show di ISWHAT?! … 🙂

di C.Piraino

English Original text interview to Napolkeon maddox by Cristiana Piraino

Click to read Interview in original language

Security Napoleon Maddox ISWHAT?!

Here is a brand new ISWHAT?! song we offer for free download for your readers from Napoleon.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...