MASSIMO PIRONE AL BOOGIE (24/10/21): LA MUSICA DI ROSOLINO, E’ ANCORA TRA LE DITA

Standard

DOMENICA JAZZ – grande #Jazz al BOOGIE CLUB con il concerto Max Pirone “Frank Rosolino”, nella rassegna Boogie Jazz season 4^ Edizione, per la direzione artistica di Gabriele Buonasorte. In questa domenica ci trovate il trombonista Massimo Pirone alla guida di un quartetto d’eccellenza. Con il Riccardo Biseo al piano, il batterista Carlo Battisti e il contrabbassista Daniele Basirico.

Boogie Club ristorante, pub con musica dal vivo a Roma
Tel e chat WhatsApp 3331279800
Via Gaetano Astolfi 63/65 (Portuense-Marconi)

Prenotazione consigliata
Scopri il MENU > QUI
LIVE AGENDA > QUI


Chiunque nel nostro mondo dovrebbe già conoscere la storia del musicista Frank Rosolino, e probabilmente tutti conoscono il tragico, ed ancora oggi inspiegabile, epilogo della sua vita.

Straordinario trombonista americano nato nel 1926 a Detroit, Rosolino aveva la reputazione di un musicista a metà tra bop e swing, descritto dai suoi contemporanei “meravigliosamente agile con un tono ampio che potrebbe essere ‘umano’, quasi vocalizzato. Rosolino porta un tocco di umorismo in quasi tutto ciò che fa” (il critico Richard Cook). Per la sua popolarità e le sue innegabili capacità era molto produttivo, tanto che raramente restava senza lavoro; aveva addirittura partecipato in alcuni film hollywoodiani e appariva in tv. Negli anni ’70 Rosolino si trovò spesso in Europa nelle tournée di Quincy Jones ed è stato uno dei tanti membri dell’ensemble Supersax, il premiato tributo a Charlie Parker.

Colto da un raptus improvviso, nel 1978, Rosolino sterminò la sua famiglia togliendosi subito dopo la vita. Siamo consapevoli di questo lato terribilmente oscuro, soprattutto con i nostri occhi, oggi nel 2021. Negli anni precedenti a quell’orribile evento nel febbraio del ’78, Rosolino si stava godendo la vita e la fortunata carriera. Si può dire che fosse appagato e felice. O almeno così appariva. Tutti parlavano tanto del suo canto scat quanto del suo modo di suonare. Faceva persino soldi e godeva dell’affetto e del rispetto di tutti.

Continua a leggere

BOOGIE JAZZ SEASON, BUONA LA PRIMA!

gabriele buonasorte
Standard

Assolutamente da non perdere! Il 17 maggio l’ultima puntata di Boogie Jazz Season al Boogie Club di Roma. Sarà proprio Gabriele Buonasorte, il direttore artistico di questa piccola e forzuta rassegna di jazz, a chiudere in bellezza con il suo nuovo progetto TIME LAPSE, The Taste Of Second Life, nell’ottavo ed ultimo appuntamento di questa prima edizione, anche se già ci promette un bel BIS in autunno! Con Buonasorte questa sera ci sarà una band esplosiva con Greg Burk al piano/sinth, John B. Arnold alla batteria/live electronics e Gabriele Lazzarotti al basso elettrico.

La rassegna curata da Buonasorte, ottimo sassofonista e manager attivo in Italia e all’estero, è stata realizzata anche grazie alla passione e all’intraprendenza del proprietario del club in Via Gaetano Astolfi, zona Portuense, Marco Dal Fabbro, che ha voluto mettersi alla prova, quasi ‘sfidando leggi della fisica’ visti i tempi che corrono per i piccoli palchi della capitale, e ospitare otto serate di grande Jazz italiano ed internazionale in un vero e proprio non luogo jazzistico, appunto al BOOGIE CLUB.

Tra gli ospiti di questa prima stagione musicisti straordinari, come Javier Girotto, Nicola Stilo, Rosario Giuliani, Susanna Stivali, Max Ionata, Natalio Mangalavite, John Arnold, Dario Deidda, Lorenzo Tucci e molti altri. Cartellone Completo Continua a leggere