JOYFUL il Nuovo Album di Flavio Boltro

Standard

Esce in questi giorni in Italia il nuovo lavoro discografico di Flavio Boltro. Si intitola Joyful. A me giá il solo titolo mi trasmette l’idea. Deve essere Joyful proprio come é Flavio, pieno di allegria e sempre pronto a quattro risate. Oltre ad essere uno dei grandi della tromba nel mondo, Flavio infatti e’ una delle persone piu’ simpatiche del mondo del jazz che ho avuto la fortuna di conoscere. Molto positivo e pieno di energia contagiosa.

Sono curiosa di ascoltare tutte le tracce composte da Flavio Boltro, acquistando il cd, anche se sul tubo qualcosa si puo’ trovare, come questo video di presentazione (>> LINK ) o come la prima traccia Mister Italo (>> LINK ). PS: ma di quale Italo parliamo? Ho una mezza idea. Ma sto indagando e poi vi faro’ sapere. Infine ascoltero’ con particolare attenzione Piccola Nina, dedicato a sua figlia.

Sul disco ci sono anche quattro cover di brani molto importanti di cui visto il line up di musicisti non riesco immaginare la bellezza. La formazione infatti e’ di quelle che poi negli anni non si dimenticano, oltre a Boltro alla tromba troviamo Rosario Giuliani al sassofono, che da anni collabora con lui, e ancora Pietro Lussu al piano, Daryl Hall al contrabbasso, il francese André Ceccarelli alla batteria e il vocalist Alex Ligertwood noto per essere il cantante di Santana.

Per me Flavio ha gia’ vinto, come muscista e come persona. E condivido quello che dice Giuliani, augurandogli di ottenere ancora tutto il successo che merita.

MORE

Per leggere il comunicato stampa dettaglialto segui il link della foto che ti porta su flickr. Joyful è un album edito dalla Bonsai Music e distribuito in Italia dalla Schema Records.

PICCOLI HAMMONDISTI CRESCONO

Standard

Giov. 24.11.2011
Rosario Giuliani HAMMOND TRIO
Palazzo Santa Chiara
Piazza Santa Chiara 14
Pantheon

Rosario Giuliani, sax
Leonardo Corradi, organo hammond
Marco Valeri, drums

Lo abbiamo  visto muovere i primi passi, dal prestigioso palco del Tuscia in Jazz ormai più di due anni fa, quando veramente bambino, e minorenne, incantava intere platee e stravolgeva gli animi incendiandoli con il suo innato senso del ritmo e quell’accidentale tocco da vero e proprio genio della musica.

Ora lo ritroviamo accanto a due nomi veramente grandi suonare al Palazzo Santa Chiara in Roma, su un palco prestigioso. Sto parlado di Leonardo Corradi, giovane talento del hammond nato a Sarzana (La Spezia) nel 1992, ormai trasferitosi più a sud e quasi nostro concittadino. Uno degli musicisti sui quali Tony Monaco sin da subito  avrebbe scommesso. E tutti noi insieme a lui lo abbiamo fatto. Primo fra tutti Italo Leali, direttore del festival del Tuscia e, in questo caso,  vero e proprio talent scout. Complimenti Leo! 

Non mancate di assistere alle sue evoluzioni accanto al grande batterista Marco Valeri e a Rosario Giuliani, che di certo non ha bisogno di presentazioni. Giuliani proporrà un progetto incentrato appunto sulla versatità dell’organo hammond.

GIG NOTTURNA DEI TOP JAZZ ITALIANI

Standard


Trio di Roma – Umbria Jazz Winter
Photo by cristiana.piraino

TRIO DI ROMA
Rea Pietropaoli Gatto
Club Bevipiano (…ma suona Jazz )
Centro storico
h.24:00

Usciti dal Salone dei 400  a concerto non proprio finito (vd. post precedente), ci ritroviamo in molti nelle stradine di Orvieto. Il confronto è inevitabile e i commenti ci trovano tutti d’accordo. Scofield ci ha deluso. Di discorsi se ne possono fare tanti, ‘non era la serata giusta’, ‘ il repertorio era sbagliato’, ‘l’acustica inadatta’ .. etc.. resta il fatto che i sentimenti post-concerto vanno dalla delusione all’incazzatura forse anche per i 28 euro versati a biglietto..

Ma la notte ci riserva ancora un grande momento, a cui tutti cerchiamo di partecipare. Al Bevipiano sta per iniziare una Gig con il Trio di Roma. Tre amici per la pelle con la loro amicizia nata tra i banchi di scuola a Roma e che oggi rappresentano una delle formazioni più interessanti a livello nazionale che si riflette anche sulla scena internazionale, portando il jazz italiano sui palchi più prestigiosi.

A parte queste considerazioni che sono dati di fatto, il gruppo è strepitoso e la loro musica ci coinvolge dalla prima all’ultima nota. La gig è stata l’apice di una giornata da sogno!!

Il Trio di Roma ha presentato alcuni brani del loro ultimo (e primo) lavoro discografico dedicato alle colonne sonore di film celebri e meno noti. L’idea è unica in quanto lo è lo stile e la realizzazione stessa. Più volte sono stati presentati progetti in jazz legati a importanti colonne sonore, ma questo lavoro non è assolutamente scontato e rappresenta una vera novità anche perchè, dopo oltre 20 anni di intensa collaborazione, questo disco effettivamente è il primo per lo storico Trio. Alla fine del concerto ho acquistato il CD e ora me lo sto ascoltando per il piacere del mio udito.

Infine una bella sorpresa. Il Trio ha invitato sul palco due amici colleghi, Rosario Giuliani e Aldo Bassi, per suonare insieme due pezzi e concludere in modo esplosivo una performance indimenticabile (nella foto il momento in cui Aldo e Rosario sono saliti sul palco del Bevipiano). I pezzi suonati sono stati Straight no Cesar e Cherokee.

.