ATINA JAZZ WINTER DAL 4 AL 6 GENNAIO AD ATINA

Standard

Dal 4 al 6 Gennaio torna Atina Jazz Festival in versione invernale ma con la stesso calore di sempre. Dopo una indimenticabile Notte di San Silvestro torna il Jazz ad Atina. Ingresso a tutti gli eventi è Gratuito

PROGRAMMA al  Palazzo Ducale

4 gennaio ore 21:00
Javier Girotto e Natalio Mangalavite | Estandars
Nuovo CD per due Argentini DOC, Javier e Natalio, compagni di palco da una vita entrambi da Cordoba, ripercorrono in chiave jazzistica il repertorio folkloristico argentino, includendo vari linguaggi musicali, come zamba, chacarera, chamamè, milonga, tango, candombe, ed altro. Un importante contributo alla musica con il chiaro obiettivo dei due compositori di ripercorrere insieme alcune tappe della loro crescita ed evoluzione artistica, partendo proprio dalle comuni origini e tradizioni.

5 Gennaio ore 18:00
Giorgio Ferrera TrioWinterreise
Il Giorgio Ferrera trio nasce nel 2011 per volontà del pianista e compositore Giorgio Ferrera, con l’intenzione di distaccarsi idealmente dai lavori precedenti (Chromosome, Jazz off Collection 2009 – Tour d’Italie, Jazzoff Collection 2010) e di approdare ad una nuova fase compositiva cercando scenari sonori fatti di linee fluide e pulite. Prende così forma il nuovo progetto “Winterreise” che si ispira al famoso ciclo di lieder di Franz Schubert “Winterreise”; registrato presso la Casa del Jazz di Roma.

5 Gennaio ore 18:00 ^ Extra cartellone Atina Jazz ^
Simona Sciacca Quartet *** Osteria al Osteria dei Frati Minori
ore 22 (cena e dopocena) –  La sua predisposizione per il canto la porta a spaziare tra diversi generi musicali, dal pop alla musica leggera, dal canto sacro alla musica popolare al Jazz. Ha prestato la sua voce al cantautore romano Alessandro Mannarino incidendo il brano “La strega e il diamante” nel cd ” Il Bar della Rabbia” e con lo stesso continua costantemente la collaborazione sia nei tour in giro per l’Italia sia nella registrazione dei suoi dischi.

6 Gennaio ore 17:00
GIOCAJAZZ di Massimo Nunzi per bambini di tutte le età con l’orchestra del Maestro Massimo Nunzi. Un Nuovo Disco (ED. Jando Music & Via Veneto Jazz) un divertentissimo progetto per salutare le feste in allegria! Portate i vostri bambini, giocheranno con le note e con l’orchestra … e portate anche il bambino che è in voi.


_________
ATINA JAZZ
Direzione Artistica Antonio Pascuzzo Vivodimusica
Comunicazione e Social Cristiana Piraino Social PopUp
Produzione Jaco Cecconi
Video maker Marco Nicolai

__________
#GRAZIE al Comune di AtinaOsteria dei Frati MinoriSotto Le Stelle PiciniscoGemar Balloons, Con la collaborazione di Pro Loco di Atina – “Dr. Carmelo Ferraro”. Con il Patrocinio della Regione Lazio, Con il sostegno della Camera di Commercio di Frosinone

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

IMPERDIBILI: CHANSONS! ZEPPETELLA, GATTO, BEX LAURENT. 10.1.2018 ROMA

Standard

“Chansons!” 10/01/2018 Teatro Studio Borgna
ore 21:00 Auditorium Parco della Musica – Roma
Biglietti http://bit.ly/2k8XY4o

Posto unico 15.00€
Biglietteria 892.101

ONSTAGE
Fabio Zeppetella chitarra
Emmanuel Bex organo e voce
Géraldine Laurent – sax alto
Roberto Gatto batteria

“Chansons!” è un’idea musicale, un trattato di diplomazia, un abbraccio tra cugini. Un bel gioco, soprattutto, per raccontare due mondi vicinissimi, che da sempre si osservano con reciproca curiosità e si influenzano a vicenda.

Continua a leggere

TI PRESENTO FRANCESCO, L’AUDIOLIBRO DI UN PADRE CHE RACCONTA LA MALATTIA DEL FIGLIO

Standard
FOTO copertina di Paolo Soriani

“Ti presento Francesco”: il musicista Leonardo De Lorenzo racconta la malattia di suo figlio in un progetto multimediale. Il 27 dicembre esce “Ti presento Francesco”, un libro e un disco per non abbandonare la speranza: a San Giuseppe Vesuviano il debutto live del progetto di Leonardo De Lorenzo. Tra gli ospiti dell’album Paolo Fresu, Giovanna Famulari e Giovanni Imparato.

Dalla prefazione di Tullio De Piscopo a “Ti presento Francesco”, “Ascoltiamo dal cd, emozionandoci, il repertorio di musiche originali scritte dal papà Leonardo e assieme leggiamo il libro con la storia di Francesco. Impariamo così, un po’ di più, che cos’è la vita. […] La speranza non ci deve abbandonare mai!”

Continua a leggere

#PIN: CARMEN (Love is a rebel bird)

Standard

Bizet, che morì improvvisamente dopo la 33^ replica della ‘Carmen’, non conobbe mai la grandissima fama planetaria che la sua magnifica Opera ottenne nei dieci anni successivi la sua scomparsa e che continua incessantemente ad ottenere. Non saprà mai quanto questo libretto abbia ispirato e continua ad ispirare intere generazioni di creativi di ogni arte. E se l’amore è un uccello ribelle, la vita è una simpatica stronzetta.


‘Happiness’, sulle note de la Habanera, nell’animazione di Steve Cutts, a (great) London-based artist specializing in animation, illustration, painting and sculpture.
FOLLOW
http://www.stevecutts.com
IG @steve_cutts_official
@TW Steve_Cutts


Geniale rappresentazione dei ‘mali’ social del nostro tempo, dalla mente superiore di Stromae. Drammatico riflette le paure di tanti, tutti. Il testo per molti versi richiama il libretto di Bizet.


La deliziosa e drammatica scena nel film della Pixar, “Up” Movie, sulle note della Habanera. Un film che ha vinto ‘qualche’ premio


WIKI-TRACKS

L’amour est un oiseau rebelle (L’amore è un uccello ribelle) è una delle arie più famose della Carmen di Georges Bizet.

Nome popolare: Habanera

 


BIZET Love is a rebel bird
Love is a rebel bird
That no one can domesticate
And it’s in vain that we call for it
It’s the one we’ve just been denied

Nothing does it, threats or prayers
One talks well, the other one doesn’t talk
And that’s the other one I prefer
He didn’t say anything but I like him
Love, love, love, love
Love is Bohemia’s child
It has never known any law
If you don’t love me I love you
If I love you beware
If you don’t love me
If you don’t love me I love you
But if I love you, if I love you
Beware
The bird you thought you surprised
Flapped it’s wings and flew away
Love is far, you can wait for it
You don’t wait for it anymore, it’s here
All around you, fast, fast
It comes, leaves and then comes back
You think you hold it, it avoids you
You think you avoid it, it holds you
Love, love, love, love
Love is Bohemia’s child
It has never known any law
If you don’t love me I love you
If I love you beware
If you don’t love me
If you don’t love me I love you
But if I love you, if I love you
Beware

STROMAE Carmen
[Couplet 1]
L’amour est comme l’oiseau de Twitter
On est bleu de lui, seulement pour 48 heures
D’abord on s’affilie, ensuite on se follow
On en devient fêlé, et on finit solo
Prends garde à toi
Et à tous ceux qui vous like
Les sourires en plastique sont souvent des coups d’hashtag
Prends garde à toi
Ah les amis, les potes ou les followers
Vous faites erreur, vous avez juste la cote

[Refrain]
Prends garde à toi
Si tu t’aimes
Garde à moi
Si je m’aime
Garde à nous, garde à eux, garde à vous
Et puis chacun pour soi
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça, consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça, consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça consomme, somme, somme, somme, somme

[Couplet 2]
L’amour est enfant de la consommation
Il voudra toujours toujours toujours plus de choix
Voulez voulez-vous des sentiments tombés du camion ?
L’offre et la demande pour unique et seule loi
Prends garde à toi
“Mais j’en connais déjà les dangers, moi
J’ai gardé mon ticket et, s’il le faut, j’vais l’échanger, moi
Prends garde à toi
Et, s’il le faut, j’irai m’venger moi
Cet oiseau d’malheur, j’le mets en cage
J’le fais chanter, moi”

[Refrain]
Prends garde à toi
Si tu t’aimes
Garde à moi
Si je m’aime
Garde à nous, garde à eux, garde à vous
Et puis chacun pour soi
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça, consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça, consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça consomme, somme, somme, somme, somme
Et c’est comme ça qu’on s’aime, s’aime, s’aime, s’aime
Comme ça consomme, somme, somme, somme, somme

[Outro]
Un jour t’achètes, un jour tu aimes
Un jour tu jettes, mais un jour tu payes
Un jour tu verras, on s’aimera
Mais avant on crèvera tous, comme des rats

GIOVANNI TOMMASO ft. ROSARIO GIULIANI | 1 DICEMBRE

Standard

[ATTENZIONE IL CONCERTO E’ ANNULLATO A CAUSA DI UNA CHIUSURA TEMPORANEA DEL ALEXANDERPLATZ]

Ven. 1 Dicembre
Giovanni Tommaso OPEN DOORS
Quartet
Special Guest Rosario Giuliani
Alexanderplatz Jazz Club Via Ostia 9 Zona Prati
Opne 20:30 Live 22:00
€10 Ingresso

ONSTAGE
Rosario Giuliani alto sax
Alberto Parmeggiani chitarra
Giovanni Tommaso c.basso
Marco Valeri batteria

Presentare continuamente progetti originali interessanti e di alto livello è un’impresa non facile, ma il decano contrabassista Giovanni Tommaso sembra riuscirci sempre. Evidentemente la combinazione di unificare stilisticamente sue composizioni originali con alcune rivisitazioni di famosi standards appare vincente.

Rosario Giuliani, uno dei più grandi sassofonisti della scena mondiale, è lo Special Guest coinvolto in questa nuova avventura. L’ultima volta che hanno suonato insieme è stato al San Juan de Puertorico Jazz Festival con APOGEO, unico gruppo europeo invitato,  fu un grande successo ! Alberto Parmeggiani giovane chitarrista, prepotentemente affermatosi, ha fatto parte del quintetto Apogeo suonando con Giovanni in svariate situazioni. Marco Valeri, batterista di alta classe, affermatosi in tutta Europa, ha collaborato con Giovanni in svariate situazioni, abbastanza recente la registrazione del CD “Nelle mie corde” di Jasmine Tommaso, la cantante figlia di Giovanni che vive a Los Angeles da anni ma che grazie al CD e ad alcuni concerti in Italia ha ottenuto critiche lusinghiere nel nostro paese.

———————
Alexanderplatz Jazz Club
since 1984 in Rome
Info & Reservations 0683775604 // from 18:00
prenotazioni.alexanderplatz@gmail.com // h.24
WhatsApp 3384772469
Open doors: 20:30 Live music: 22:00
#dinner #restaurant #livemusic #jazz
Event Calendar : http://bit.ly/2dDSRno
http://www.alexanderplatzjazzclub.it/

ANTONIO FARAO’ CON GREGOIRE MARET E ROBERTO GATTO | 25 NOVEMBRE

Standard
Sabato 25 novembre Open 20:30 Live 22:00

Antonio Faraò & Gregoire Maret 4tet Tributo a Toots Thieleman
Alexanderplatz Jazz Club in Via Ostia 9, 00192 Roma
>> BIGLIETTI << a cura di  Social PopUp e Alexanderplatz Jazz Club

Nell’olimpio dei grandi musicisti è entrato, ahimè, da circa un anno il grande armonicista e chitarrista Toots Thielemans. Aveva iniziato a suonare a soli tre anni, nato nel 1922, Toots ha lasciato un segno importantissimo nel jazz, nel cinema e nella musica in genere. Quando artisti se ne vanno, è un’esigenza di molti colleghi ricordarli, nel modo migliore che conoscono, ovvero suonando. Sabato 25 novembre, ospite del Alexanderplatz, un progetto raro per ricordare il grande musicista belga, impreziosito dall’armonica di un numero uno di questo strumento, Gregoire Maret. Antonio Faraò sarà il ‘padrone’ di casa e con lui troveremo anche Roberto Gatto alla Batteria e al basso e contrabbasso il polacco Robert Kubiszyn. IMPERDIBILE segue il comunicato pubblicato sulla pagina facebook dello storico club romano. 

Lo straordinario pianista Antonio Faraò e il virtuoso dell’armonica Grégoire Maret dedicano un intero concerto a Toots Thielemans scomparso lo scorso anno con un programma di brani classici del jazz scritti o interpretati dal leggendario armonicista e di composizioni originali loro. Un concerto evento imperdibile!

ONSTAGE
Antonio Faraò, piano
Gregoire Maret, armonica
Robert Kubiszyn, basso elettrico
Roberto Gatto, batteria

Continua a leggere

DALL’ALTRA PARTE DELLA LUNA, CONTORNI E SFUMATURE DI LUCIO

Standard

Un disco da avere. Un omaggio alle canzoni di Lucio Dalla, curato, ricco di sentimenti di ammirazione e rispetto, un’opera ‘da musicista a musicista’. Suonato e cantato sulle corde dell’istinto dagli autori Silvia Barba e Pippo Matino, a sottolineare che questi brani fanno parte di noi. In una ridottissima formazione, il duo racconta in modo didascalico il genio bolognese; ed è proprio ‘per aver tolto’ che questo disco riesce ad aggiungere – se pensate a quanto sia difficile aggiungere, anche solo una virgola, a Dalla – sottolineando i contorni e le strutture delle opere straordinarie del cantautore. Questo è stato possibile grazie alla scelta stilistica di Silvia che canta con la chiara intenzione di raccontare, senza imitare, senza neppure mettere in conto di farlo, accompagnata dalle poche intense note, la linea di basso che ci tocca profondamente, di Pippo Matino che allo stesso tempo la fa da protagonista e da spalla, con il supporto dell’elettronica, che nel progetto è il terzo elemento protagonista.

Come vedere la musica di Dalla in controluce. Così, avvolta da fasci luminosi, si lascia ammirare nei suoi forti contorni. 

PH. Giovanni Canitano Continua a leggere