LE EMOZIONI DI LORENZO TUCCI TOUCH TRIO | 30 AGOSTO @ CASA DEL JAZZ

Standard

Nuovo progetto del batterista Lorenzo Tucci che continua la sua ricerca sulla possibilità espressiva offerta da un trio batteria pianoforte e contrabbasso, riunendo attorno a sé due personalità di spicco nel panorama jazz italiano: Claudio Filippini e Jacopo Ferrazza.

📌 Lun. 30.8.2021 H21:00 Lorenzo Tucci TOUCH TRIO
ROMA, Casa del Jazz – Parco ℹ Biglietti QUI
Lorenzo Tucci BATTERIA
Claudio Filippini PIANO
Jacopo Ferrazza CONTRABBASSO

Questo progetto (‘touch’, che in realtà è uno pseudonimo del batterista abruzzese) sta per diventare un nuovo disco, in uscita in autunno 2021, per la prestigiosa etichetta Jando Music, di cui Lorenzo Tucci è uno degli artisti di punta. Il 30 agosto alla Casa del Jazz, i presenti potranno ascoltare in anteprima assoluta qualche brano del nuovo lavoro.

‘TOUCH’ TRIO. Nel presentarlo Lorenzo Tucci ha affermato “Non vendiamo sogni, ma solide emozioni” .

Lorenzo Tucci, batterista e jazzista di fama internazionale, per questo trio, di cui è leader, decide di eseguire tutti “originals” di sua composizione. I brani spaziano da atmosfere intimistiche e riflessive a ritmiche più complesse e articolate, senza perdere di vista l’importanza della melodia, che Tucci in questo progetto vuole esaltare.
Il trio è molto attento a tutto ciò che accade nel panorama musicale Internazionale, lasciandosi influenzare da tutte le varie forme e sonorità. Tutto si fonde in uno stile di jazz moderno/contemporaneo, nel quale sia il pianista Claudio Filippini, partner stimatissimo da Tucci, sia il più giovane Jacopo Ferrazza nuovo talento del contrabbasso italiano, sono a proprio agio, tessendo insieme al leader trame dal sapore nuovo, vivace, moderno, dando vita ad uno stile di jazz che ha ancora molto da dire.

Continua a leggere

DA FRATINI A PIANA-RAVA, 10 ANNI DI JANDO MUSIC ALLA CASA DEL JAZZ

Standard

Per la riapertura dopo lunghi mesi della Casa del Jazz e nei 10 anni di Jando Music, Lunedì 7 Giugno 2021 h. 21-23 JAZZ GENERATIONS, CASA DEL JAZZ. Un evento Jando Music, con doppio set!
Dino Piana “Al Gir Dal Bughi” special guest Enrico Rava
Opening Act Francesco Fratini “The best of all possible worlds”

🎟 BIGLIETTI 7.6.2021 Dino Piana & Francesco Fratini 

Opening Act – il progetto più giovane dell’etichetta
Francesco Fratini “The best of all possible worlds”
(Jando Music & Via Veneto Jazz)
Francesco Fratini, tromba
Domenico Sanna, piano
Matteo Bultrini, batteria
Gabriele Romagnoli, basso

e a seguire i più grandi del Jazz italiano
Dino Piana & Enrico Rava “Al Gir dal Bughi”
(Jando Music & Parco della Musica Records)
Dino Piana, trombone
Enrico Rava, tromba
Franco Piana, flicorno
Fabrizio Sferra, batteria
Julian Oliver Mazzariello, piano
Gabriele Evangelista, contrabbasso

Jando Music festeggia il suo 10° compleanno alla Casa del Jazz con un concerto simbolico che vuole essere rappresentativo di tutti gli artisti della Label. Un incontro tra generazioni: dal più giovane musicista prodotto della straordinaria etichetta di Jazz fondata da Giandomenico Ciaramella, un vero mecenate del jazz e che da dieci anni sforna tra le più importanti produzioni jazzistiche in Italia, fino a dei veri ‘veterani’ della scena italiana. 

Ascolta l’INTERVISTA A Giandomenico Ciaramella, fondatore della Jando Music, nel programma radiofonico Soundcheck Radio24 di Gegè Telesforo in occasione dei 10 anni dell’etichetta

Continua a leggere

ZORRO! NUOVO CONCEPT ALBUM DI TINISSIMA QUARTET ALLA CASA DEL JAZZ

Standard

Zorro è tornato! A settembre 2020 in un disco, CAM JZZ, e dal 8 Luglio dal vivo, per iniziare alla Casa del Jazz di Roma, in una attesissima anteprima, nel nuovo concept album di uno dei gruppi più ‘militanti’ del jazz italiano.

«ZORRO» Francesco Bearzatti Tinissima 4tet #CdJReloaded
Casa del Jazz, Viale di Porta Ardeatina, 55, 00153 Roma
📆 MER 8 LUG | 21:00
🔖 BIGLIETTI https://bit.ly/2ZAWxgf

Francesco Bearzatti, Sax tenore, clarinetto
Giovanni Falzone, Tromba
Danilo Gallo, Basso elettrico
Zeno De Rossi, Batteria

Dopo una serie di opere tematiche, Francesco Bearzatti torna a stupirci con un nuovo Concept album dedicato ad un eroe senza tempo, a ribadire la sua forte tendenza a dialogare musicalmente con grandi rivoluzionari del passato. Lo ha fatto nelle opere dedicate alla grande fotografa Tina Modotti nel 2008, a Malcolm X, con la pluripremiata ‘Suite for Malcom’ del 2010, a Woody Guttrie con l’ardito lavoro ‘This Machine Kills Fascists’ del 2015 e poi ‘Monk’n’Roll’ del 2013 dedicato al genio di Thelonious Monk.

Oggi il sassofonista friulano FRANCESCO BEARZATTI torna con una nuova avvincente biografia musicale, un vero e proprio concept album, in uscita per Cam Jazz a Settembre 2020 *, dedicato alle avventure di Zorro l’uomo mascherato più amato nel mondo, che combatte il potere e si schiera con il popolo. Anche per questo progetto sarà con i suoi Tinissima senza alcun dubbio il gruppo più passionale e degli ultimi 10 anni e l’unica ‘band’ del jazz italiano, che schiera nel suo organico musicisti di altissimo livello come Giovanni Falzone, Danilo Gallo e Zeno De Rossi.

Continua a leggere

SILVIA MANCO MOLTO HIP! ALLA CASA DEL JAZZ

Standard

Una Domenica in Jazz a Roma. DA NON PERDERE alla CASA DEL JAZZ l’appuntamento con Silvia Manco e il suo disco HIP! The Blossom Dearie SongBook, edizioni Parco della Musica Record e Janco Music, è un preziosissimo omaggio alla pianista e cantante Blossom Dearie che è stata una delle pianiste di culto del passato. Una voce differente e molto raffinata tanto da essere considerata ‘la più europea delle pianiste’ dai suoi contemporanei a stelle e strisce. Quando l’Europa, nell’immaginario collettivo americano, era rappresentata da Parigi e la dolce vita romana sinonimi di eleganza.

DOMENICA 5 GENNAIO ORE 21:00
Biglietti http://bit.ly/2ueLaP4
10.00 € Riduzione I Love Auditorium
ONSTAGE
Silvia Manco, piano e voce
Francesco Puglisi, contrabbasso
Marco Valeri, batteria
Special guest Max Ionata, sassofono

Continua a leggere

IL MIGLIORE DEI MONDI DI FRANCESCO FRATINI

Standard

C’è un nuovo disco in uscita per Jando Music in collaborazione con Via Veneto Jazz il 21 Novembre prossimo.  Il disco sarà presentato il 30 novembre p.v alla Casa del Jazz nella rassegna Giovani Leoni. E mai ci furono giovani leoni più di questi 4 straordinari musicisti!

THE BEST OF ALL POSSIBLE WORLDS 
SABATO 30 NOVEMBRE | 21:00 
CASA DEL JAZZ 
Viale Di Porta Ardeatina 55
BIGLIETTI http://bit.ly/31XlH7K
€ 10.00 RIDUZIONI I Love Auditorium.
www.jandomusic.com

Il trombettista Francesco Fratini presenta alla Casa del Jazz  il suo nuovo progetto discografico The best of all possible worlds, che uscirà il 21 novembre 2019. Edizioni per Jando Music e Via Veneto Jazz.  [ PRE-SALVA ] 

La musica rappresenta il migliore dei mondi possibili, un territorio di infinita ricchezza che Francesco Fratini esplora senza sosta tra Roma e New York, città diverse e simili che hanno ispirato tutti i brani dell’album. 

Continua a leggere

A BEAUTIFUL STORY alla CASA DEL JAZZ 29/1

Standard

Rosario bonaccorso 4et a beautiful story

Rosario Bonaccorso è solito raccontarci emozioni. Lo ha fatto ogni volta mettendo sul pentagramma il suo universo di uomo e musicista attento ai piccoli dettagli, capace di cogliere e trasformare queste sue gocce di vita in musica, raccontando i viaggi, i sogni, l’amore, la sua vita.

[mentre leggi spingi PLAY nel video qui sotto e ascolta un’anteprima del nuovo disco]

Storie bellissime che Bonaccorso ha da sempre voluto condividere senza troppe note o ricami, ma con quella vena passionale naturale che lo contraddistingue. I suoi infatti sono brani dettati dall’istinto e dal cuore, la sua è una penna preziosa che sembra scorrere nel comporre, come l’acqua da una sorgente. Ci offre tanti piccoli racconti, che insieme formano una grande storia. Continua a leggere

JAZZ PER L’AQUILA SPOSTATO A ROMA, ECCO COSA PENSANO GLI AQUILANI

Standard

IMG_9038

Parliamoci chiaro. E’ un momento difficile per prendere decisioni. E’ un momento difficilissimo se dobbiamo parlare di musica (e di relativo divertimento) mentre quasi 300 persone hanno perso la vita ed una intera area del centro Italia è stata spazzata via. Quindi, sulle critiche che stanno arrivando in queste ore per il possibile spostamento alla Casa del Jazz dell’evento “Jazz Italiano Per L’Aquila” annullato proprio poche ore fa (maggiori info QUI) ho qualche riserva. Perchè obbiettivamente questa macchina organizzativa è molto grande. Comprende centinaia di artisti che a pochi giorni dall’evento vanno letteralmente riorganizzati. Quindi dal lato degli organizzatori, questa faccenda è molto complicata. Tutto sommato se l’evento va fatto, la Casa del Jazz è il luogo ideale e giusto per questo tipo di evento.

Detto ciò, va anche detto che gli Aquilani ci sono rimasti malissimo. Sentono di essere stati catapultati all’indietro a 7 anni fa. Al silenzio e all’alienazione di quelle ore. Senza considerare che in questi ultimi 4 giorni, dalla notte del 23 agosto, sono psicologicamente a terra. Stanno continuando a subire come una tortura lo sciame sismico, che a detta degli stessi Aquilani è una specie di stillicidio senza fine. Hanno bisogno di essere confortati e ancora di non essere lasciati soli, a maggior ragione in questo momento nella loro meravigliosa città fantasma.

Ho parlato ieri con un amico che all’Aquila ci vive ancora con tutta la famiglia. “Dopo il 23 Agosto sono andati tutti via. Abbiamo fatto un giro in centro e tutto sembra essere tornato a sette anni fa. La città è vuota e non c’è segno di vita. Con l’evento del Jazz avevamo riacceso la speranza e creduto che L’Aquila potesse tornare a vivere di nuovo. Ora non c’è più e forse non sarà un evento dedicato a noi – all’Aquila. E’ un vero peccato”

11995437_1474921122835878_802747482_o

dall’evento del 2015 all’Aquila

di C.Piraino
non c’è un terremoto che valga più di un altro, non c’è una morte più importante di un’altra

DIALOGHI MORBOSI ALLA CASA DEL JAZZ IL 5 MARZO

Standard

alessandro deledda casa del jazz

Morbid dialogues significa dialoghi morbosi: il desiderio di condividere con musicisti un palco per raccontarsi musicalmente racconti. Partire dal nulla, o meglio, da un elemento sonoro o improvvisativo per stabilire un forte contatto mentale con la composizione. Morbid dialogues non deve essere necessariamente un il titolo del mio disco, ma un modo di vivere la musica con tutti, attraverso la curiosità del ricercare e sperimentare, slegato da ogni schema ma con rispetto per le tradizioni ed i percorsi di qualsivoglia musicista che voglia, appunto, dialogare morbosamente, poiché solo con morbosità e curiosità si potrebbero ottenere musiche poi irriproducibili ed originali. [Alessandro Deledda]

Uscito il 13 Gennaio 2016 “Morbid Dialogues” è il nuovo lavoro discografico dell’eclettico pianista Alessandro Deledda, edito dall’etichetta Emme Record Label e Delexy, registrato al Tube Studio di Enrico Moccia. Sarà presentato in Prima Nazionale alla Casa del Jazz il 5 marzo 2016

SUL PALCO e nel disco
Alessandro Deledda Piano, Live Electronics, Accordeon
Francesco Bearzatti Sax and Clarinet
Silvia Bolognesi Double Bass
Ferdinando Faraò Drums

MAGGIORI INFORMAZIONI 

Evento FB
Biglietti

Continua a leggere