CULTURA E AZIENDE. ABBIAMO UNA ESPERANZA?

Standard

Girando qua e l√† in rete ho trovato il video del concerto di Esperanza Spalding realizzato durante la rassegna Leverkusener Jazztage 2012 in Germania, in una ridente cittadina tra Colonia e Dusseldorf¬†che d√† il nome alla rassegna. Luogo quasi insignificante, in grado per√≤ di fare Jazz alla grandissima. Il che mi provoca della sana invidia, semmai l’invidia possa essere sana. ¬†Andando a guardare meglio su wikipedia, Leverkusen √® il pi√Ļ piccolo centro della zona, ma √® arricchito in tutti i sensi da un dettaglio di non poco conto, ovvero √® la citt√† madre della Bayer, fabbricona di chimica che ha origine nel 19¬į secolo grazie a un tal Carl Leverkusen.¬†

Continua a leggere

Annunci

DISCHI FRESCHI: ALTRI DUE GRAMMY PER ESPERANZA

Standard

Dopo una settimana a dir poco assurda per la musica in Italia¬†in cui il festival ci ha dato una lezione di vita¬†su come NON si deve fare musica, e per questo stendiamo un velo pietoso sul 90% di quello che abbiamo visto (salvando¬†Caetano, Bollani, Bosso, ovviamente l’orchestra, in primis Tofanelli ndr. tromba solista,¬†i pezzi di¬†Gualazzi e Molinari, il giovane Rubino e i fiori di Sanremo) – ritorno in me e mi accorgo che Esperanza lo ha fatto ancora! ¬†¬†

Esperanza Spading

News del 11 febbraio, 2013
Il 10 febbraio scorso Esperanza Spalding ha ricevuto due importanti premi durante la cerimonia per i Grammy Awards 2013. Il primo premio come Miglior Album di Jazz Vocale per ‘Radio Music Society’ e insieme a Thara Memory (ndr. grandissimo¬†compositore afroamericano, trombettista)¬†ha vinto il premio per il Miglior Arrangiamento Strumentale per Vocalist con il brano ‘City of Roses’. La cerimonia si √® tenuta allo Staples Center di Los Angeles. Congratulazioni a Esperanza, che come gi√† detto in precedenza si conferma come¬†una vera speranza per questo nostro Jazz. Il disco uscito nel 2012 mostra¬†una¬†prospettiva¬†dei temi classici di radio music¬†utilizzando l’amore come filo conduttore, tema trattato dai suoi¬†vari punti di vista. Un disco assolutamente da avere che certamente si avvicina¬†al gusto popolare ma che nel suo profondo mantiene tutta la bellezza e il fascino della composizione jazz.

di CRISTIANA PIRAINO

Raphael, c’√® Esperanza.

Standard

Esperanza e Raphael, due artisti giovani e grandi, attraverso i quali forse è possibile intravedere un nuovo orizzonte.

Nel giorno in cui Esperanza Spalding ha vinto il Grammy Award 2011 come la miglior New Artist, battendo anche ¬†il favorito idolo delle ragazzine Justin Bieber, possiamo dire che finalmente¬†una speranza c’√®. Siamo forse¬†pi√Ļ vicini a compiere quel cambiamento in fondo culturale¬†e¬†rafforzare¬†la nostra capacit√† di comprendere la musica. Il sound di Esperanza, seppur accattivante, √® molto sofisticato e le due cose insieme¬†possono trasmettere il desiderio di ‘ascoltare’ nel modo migliore.¬†Si tratta di rompere schemi¬†piuttosto radicati, ma¬†un tale¬†riconoscimento al jazz √® un primo¬†segnale che qualcosa si sta muovendo.

Il¬†ciclo della¬†musica contemporanea si trova nuovamente in fase crescente e sembra che il pubblico¬†si avvicini¬†anche a¬†generi pi√Ļ elaborati, come il jazz ad esempio, che ovunque sta¬†vivendo una nuova primavera.¬†Nel regno del pop, la vittoria della contrabbassista¬† americana, ÔĽŅÔĽŅÔĽŅ’a little old jazz musician’ come lei stessa si definisce,¬†pu√≤ essere interpretata come¬†una nuova tendenza ad apprezzare armonie pi√Ļ raffinate e a valorizzare il sound¬†rispetto all’¬†immagine. Un¬†passo avanti per noi e, per la prima volta dall’alto della classifica, una piccola jazzista dell’Oregon guardando¬†in¬†gi√Ļ,¬†trover√† quell’intruglio tecnologico di Lady Gaga.

‚ÄúI certainly did not expect to even be considered for that type of nomination. Me being¬† ÔĽŅÔĽŅÔĽŅa little old jazz musician and everything.‚Ä̬†E.Spalding

Nello stesso giorno e sul filo dell’entusiasmo per un¬† Grammy Award che¬†¬†potrebbe avere un valore socio-economico¬†in quanto¬†premia una intera categoria,¬†perch√® non¬†credere che uno come Rapahel Gualazzi, voce e piano¬† jazz di strabiliante bravura, possa compiere il miracolo e imporsi in un festival di (quasi tutte) canzonette. Con¬†Follia d’Amore,¬†brano ispirato alla grande tradizione¬†jazzistica, Gualazzi¬†sar√† una delle otto nuove proposte di Sanremo 2011. Per Gino Castaldo¬†√® un discendente di Buscaglione, Conte e Tom Waits, per¬†Caterina Caselli¬† un nuovo giustissimo investimento da fare.¬†Gualazzi per√≤ deve rimanere uguale a se stesso, senza cambiare¬†nulla e continuare il suo discorso, rischiando,¬†cos√¨ come ha¬†sempre fatto dal momento¬†in cui¬†ha scelto il jazz. Sarebbe un errore il contrario, ¬†proprio quando¬†una¬†parte di¬†pubblico comincia forse a capire la differenza.

“.. se tutti quanti siamo in orbita nella follia ..” R. Gualazzi

   

 Vodpod videos no longer available.

Roma Jazz Festival 2010

Standard

PROGRAMMA breve

GEZZ. Generazione Jazz – Roma Jazz Festival 2010
AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA viale de Coubertin 06802411 info@musicaperroma.it Sale varie, prezzi vari  Info 06802411 Biglietteria 892982

Maggiori Dettagli alla Pagina >> CONCERTI DI OGGI

Dal 11/11 al 27/11 
Foyer h. 11:00
Francesco Chiacchio “Suite for Malcolm” [mostra visual]

Giov. 11/11 
Sala Sinopoli h. 21:00
Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band

Ven. 12/11 
Teatro Studio h. 21:00
Gabriele Coen Jewish Experience

Sab.  13/11 
Teatro Studio h. 21:00
Alessandro Lanzoni Trio

Sab. 13/11 
Sala Sinopoli h. 21:00
Chiara Civello

Dom.  14/11 
Teatro Studio h. 18
Daniele Tittarelli Quartetto

Dom.  14/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Esperanza Spalding
“Chamber Music Society”

Lun.  15/11 
Teatro Studio h. 21:00
“Headless Cat” Bigoni, Borghini, Scettri¬†

Mart.  16/11 
Sala Sinopoli h. 21:00
Gianluca Petrella Cosmic Band

Maggiori Dettagli alla Pagina >> CONCERTI DI OGGI

Merc.  17/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Portal, Sclavis, Marguet, Texier, Le Querrec
“L‚ÄôŇďil de l‚Äôelephant”

Merc.  17/11 
Sala Santa Cecilia h. 21:00
Macy Gray “The Sellout”
[Per la prima volta a Roma]

Giov. 18/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Mauro Ottolini “Sousaphonix”

Sab.  20/11 
Teatro Studio h. 21:00
Tigran Hamasyan [Solo]

Sab.  20/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Maria Pia De Vito “Mind the Gap”¬†

Dom. 21/11 
Teatro Studio h. 18
Jazz Migration: Trio d’En Bas – R√©troviseur

Mart.  23/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Francesco Bearzatti Tinissima 4et 

Merc.  24/11 
Sala Santa Cecilia h. 21:00
Stefano Bollani Danish Trio
“Stone in the water”

Giov.  25/11 
Sala Petrassi h. 21:00
Fabrizio Bosso Quartet feat. Roberto Cecchetto
“Spirito Libero”

Maggiori dettagli alla Pagina >>  CONCERTI DI OGGI   

Ven.26/11 
Sala Sinopoli h. 21:00
Enrico Rava & PMJL Parco della Musica Jazz Lab “Rava songs”

Sabato  27/11  Gezz Night
grande festa in molti spazi dell’Auditorium dalle 17 all’1 di notte.
– Vincitori Concorsi Jazz Italiani
– New Jazz Generation Puglia Summit
– 4 spettacoli con degustazione di vini pugliesi

Sabato  27/11 
Sala Petrassi h.21:00
Francesco Cafiso 4out

Mart. 30/11 
Sala Sinopoli h. 21:00
Barocco in Pispisi Part 1 (Intorno alla musica di Barbara Strozzi)
Paolo Fresu, Uri Caine, Alborada String Quartet

ÔĽŅ