ON THE STAGE – MUSIC PICTURES

Standard

Da Ven. 24/5/2013 h. 18:00
ON THE STAGE – MUSIC PICTURES
Mostra fotografica dei fotografi Serena De Angelis e Roberto Panucci
Officine K – Studio Fotografico Via Ascoli Piceno, 13
Ingresso gratuito
Inaugurazione con buffet enogastronomico INFO info@officinek.com

FB Evento

Roberto Panucci, mio amico e grandissimo fotografo, segue da anni tutta la musica live di Roma ma non solo. Il suo contributo al jazz è immenso. Negli ultimi anni si è dedicato a generi trasversali. Ho sempre ammirato la sua capacità di cogliere il momento più bello della performance, quello in cui l’artista lascia uscire le sue emozioni che Roberto è sempre pronto a coglierle e a immortalare nelle sue opere. Ormai stimato e apprezzato da tutto il settore, Roberto è stato, tra le altre cose il fotografo ufficiale del Concertone del Primo Maggio 2013. Insieme a lui espone la fondatrice delle Officine K, Serena De Angelis, un’artista della fotografia di grande sensibilità, oggi anche insegnante e formatrice di nuovi giovani talenti.

Con questa mostra Officine K decide di raccontare la vita sotto, sopra e dietro il palco attraverso gli occhi di due apprezzati nomi della fotografia musicale. L’esposizione delle opere, che avrà inizio in occasione della manifestazione culturale “00176 – Pigneto Città Aperta”, è frutto del costante e intenso lavoro itinerante che i due fotografi romani hanno maturato dall’inizio della loro carriera ad oggi. “On The Stage – Music Pictures” è una mostra fotografica che rende partecipe il visitatore di un sensazionale viaggio tra luci e note, rivelato dagli scatti di chi è in stretto contatto con la musica, non solo per lavoro ma soprattutto per passione.

BIO

Serena De Angelis. Dopo aver conseguito il diploma di liceo artistico e aver frequentato l’Istituto Europea di Design, si laurea presso il DAMS dell’Università di Roma Tre. Si avvicina con passione alla fotografia nel 2000, iniziando il suo percorso di formazione presso la Scuola “Ettore Rolli” di Roma. Allo stesso tempo avvia le sue prime esperienze collaborando con alcuni studi fotografici di Roma e lavorando come free-lance, dedicandosi principalmente alla fotografia di eventi live, spaziando dal teatro alla musica. Oggi è proprietaria dello studio fotografico “Officine K” a Roma e collabora con le scuole comunali delle Arti e dei Mestieri come insegnante di laboratorio di sviluppo e stampa in bianco e nero. Ha allestito negli anni varie mostre personali e partecipato a numerose collettive di arti figurative. WEB serenadeangelis.it

Roberto Panucci. A 13 anni in terza media impara, grazie al suo insegnante di tecnica, a stampare in bianco e nero in camera oscura. Innamorandosi della fotografia decide di proseguire gli studi nel campo della stessa presso l’IPSIA Panfilo Castaldi di Roma, dove si specializza in Fotoriproduzione e poi si diploma in Arti Grafiche. Inizia sin da subito a lavorare presso vari studi fotografici, per poi approdare nel campo pubblicitario presso la Art Service di Roma dove si occupa di campagne pubblicitarie di rilevanza nazionale. Da anni opera nel mondo della Fotografia Musicale, Concerti, Reportage , Cd e altro. Nel 1980 vince un concorso fotografico del Comune di Roma, tema la metropolitana. Nel 2011 viene eletto tra i primi dieci fotografi di Jazz in Italia secondo la rivista Jazz It (per l’anno 2010). Nel dicembre 2011 esce OnStage Live Book 2011 con moltissime sue foto live. Nel 2012 vince il premio miglior foto di scena e miglior foto di locandina secondo la Federazione Italiana Teatro Amatoriale. Nel dicembre 2012 esce OnStage Live Book 2012. Fotografo Ufficiale di OnStage Magazine, collaboratore di Rolling Stone Magazine (web) e fotografo Ufficiale presso la Tosky Records e del Concerto del Primo Maggio 2013. WEB robertopanucci.it

di CRISTIANA PIRAINO

Annunci

NON SOLO MUSICA anche FOTOGRAFIA

Standard

Sab. 16/10/2010 TICONZERO
Mostra fotografica collettiva
dal 16 al 23 ottobre 2010
Galleria Collezione Saman
Via Giulia 194/A

Inaugurazione sabato 16 h. 18.00
info@collezionesaman.it

1/8000s, 1/4000s, …1/125s,…1/2s, B.
Cambiare il tempo di esposizione significa poter influire sul modo in cui il movimento del soggetto viene impressionato sulla pellicola. Tutti gli appassionati di fotografia sanno che questo fattore è di grande rilevanza quando si vuole rendere il movimento. Anche gli amanti dell’immagine, profani della “tripletta” , riescono inconsciamente a percepire l’impronta del tempo. Usare tempi d’esposizione rapidissimi, può servire a congelare le pale in rotazione di un elicottero o l’attimo in cui il guantone del pugile raggiunge la mandibola dell’avversario. Ma non sempre basta la nitidezza per creare una foto d’effetto. L’uso dei tempi lenti può enfatizzare il movimento del soggetto e rendere l’istantanea più “poetica”. Al momento dello scatto il fotografo deve decidere se dare priorità al tempo oppure al diaframma.
I più tecnici non lasciano nulla al caso ed usano l’esposimetro, altri fanno prove pratiche e gli esperti, grazie alla “filosofia di esposizione” maturata, riescono a dare sempre quell’impronta speciale ai propri scatti. Ed è proprio questa filosofia che si è cercato di cogliere. Fotografi, professionisti e non, che abbiano saputo dare un senso al proprio tempo impressionando la realtà con un proprio ritmo personale. In fondo, darsi un tempo significa dare un valore magico agli attimi, qualunque esposizione si scelga.

ARTISTI

Luca Battistella, Luciano Bitelli, Carlo Caponi, Marco Carotenuto, Giors Cinquantasette, Maria Pia Costanzo, Federica Felici, Fulvio Ferrua, Amedeo Giordani, Marco Lascialfari, Silvia Lisotti, Claudio Lombardi, Massimiliano Magro, Massimo Mancini, Stefania Isabella Massoni, Elisabetta Mayer, Roberto Moretti, Fabio Moscatelli, Francesco Pardini, Daniele Pinti, Oliviero Raimondo, Mariangela Rasi, Lorenzo Salvatori, Bruno Spiezia, Gabriele Tosto

MOSTRA “Nove anni di Tuscia in Jazz” a Caffeina

Standard

La mostra dedicata ai nove anni di Tuscia in Jazz sarà ospite del Festival Caffeina Cultura. Oltre 130 scatti, in dimensione A3, stampati su pannelli e sei opere grafiche dell’artista Marco Petrucelli saranno esposti durante l’evento viterbese, fino al 17 luglio, presso l’Osteria San Pellegrino di Viterbo.

Le foto realizzate da importanti professionisti come: Roberto Cifarelli, Davide Susa, Roberto Panucci, Sara Deidda e Gino Ruggeri solo per citarne alcuni. Raccontano i nove anni di storia del Tuscia in Jazz oggi considerato uno dei più importanti festival a livello europeo. I soggetti degli scatti sono i grandi artisti internazionali che negli anni si sono succeduti sul palco del festival. A completare e arricchire la mostra sei opere dell’artista Petrucelli. Partendo dalle foto, l’artista ha prima elaborato graficamente gli scatti per poi stamparli su tela e ritoccandoli a mano. Il risultato ottenuto dall’artista grafico, che ricordiamo ha curato tutta la comunicazione e l’immagine dell’edizione 2010 del Tuscia in Jazz, è sicuramente innovativo e straordinario.

“E’ per noi un onore e un piacere – dichiara Italo Leali direttore del Tuscia in Jazz – collaborare con Caffeina. Il Festival Caffeina Cultura rappresenta secondo me una delle realtà più importanti del panorama culturale viterbese. La loro ricerca di sinergia tra le varie realtà del territorio è una tendenza in cui noi del Tuscia in Jazz da sempre ci riconosciamo. Sono personalmente convinto che in questo modo le varie realtà del territorio possano arricchirsi e promuoversi a vicenda e cosi dimostrare che anche la provincia di Viterbo possa competere nel settore anche con grandi realtà come Roma o Milano. Come Tuscia in Jazz abbiamo dimostrato come un evento realizzato in piccoli centri possa addirittura superare quelli di grandi metropoli fino al punto di essere stati scelti dal Jazz at Lincoln Center a rappresentare l’Italia a New York durante il Columbus Day, al posto di altre realtà più vecchie e blasonate in Italia. Mi auguro che questa collaborazione con Caffeina Cultura continui negli anni e che il legame tra noi e loro si consolidi sempre più e che da esso nascono nuove iniziative.”

Ricordiamo che il Tuscia in Jazz partito  l’8 luglio da Canepina presso il Museo Civico e proseguirà fino al 14 agosto toccando i comuni di Soriano nel Cimino (dal 17 luglio al 1 agosto), Bagnoregio (dal 5 al 8 agosto) e Nepi (13 e 14 agosto). Tutti i concerti del festival che vedono come protagonisti artisti come: Kurt Rosenwinkel, Danilo Rea, Dado Moroni, Dave Liebman, Eddie Gomez, Rosario Giuliani, Antonio Sanchez, Flavio Boltro, Tony Monaco, Aldo Bassi, Shawnn Monteiro, Antonio Ciacca, Rick Margitza e molti altri, saranno totalmente gratuiti.

Per info sul programma del Tuscia in Jazz e Caffeina Cultura visitare web: tusciainjazz.it e  caffeinacultura.it

LIVE EXPERIENCE: FOTO&MUSICA AL LIAN

Standard

Giov. 8|10|2009
FROM HEART TO LENS – LA MOSTRA

Simone Cecchetti, concerti in mostra
&
FRANCESCO FORNI in concerto
Lian Club
Via degli Enotri
h. 21:00   Ingresso gratuito

Simone Cecchetti, fotografo romano classe 1973. La sua passione per la fotografia va di pari passo con l’amore per la musica. Suona in una band e scrive canzoni dal 1990. Oltre ad essere il direttore del fanclub internazionale dedicato al grande Paul McCartney si occupa da anni di comunicazione musicale. 

Entrato nel circuito dei grandi live musicali come grafico e web designer, comincia sin da subito a raccogliere materiale fotografico dai palchi, nei back stage e nei momenti più inaspettati… Oggi è tra i fotografi LIVE più attivi nella capitale, con un portfolio di oltre 1000 artisti fotografati. Gli scatti di Cecchetti trasmettono passionalità, quella del soggetto fotografato e del fotografo stesso. Il titolo della mostra, FROM HEART TO LENS, racchiude perfettamente il senso dell’opera.

 

Nella serata al Lian anche il concerto di Francesco Forni, di casa nel locale romano, uno dei artisti più validi oggi nel circuito della musica cantautoriale. Presenta il suo repertorio, inclusi i brani del suo primo album TEMPI MERAVIGLIOSI che vi invito a comprare senza indugi.

(dalla recensione di di P.G.Tegagni << Tempi Meravigliosi e’ il primo disco da solista di Francesco Forni, musicista, chitarrista e cantante, con esperienza pluriennale in cover band e membro del gruppo Collettivo Angelo Mai. Folgorato da Jimi Hendrix propone nove tracce visionarie dal mood blues elegante e raffinato>>).

__________________________________

>> MORE about FRANCESCO FORNI

>> ALBUM ”TEMPI MERAVIGLIOSI”

>> LOCALI di MUSICA LIVE a ROMA

Ultimi appuntamenti a Villa Celimontana ’09

Standard

Giunge al termine la stgione 2009 del Festival del Jazz di Roma in Villa Celimontana. Un momento interessante per il Jazz e per Roma, che ha visto alternarsi sul palco della Villa i grandi nomi di sempre con i più giovani talenti italiani che stanno fiorendo nei nostri conservatori, dove ormai il Jazz comincia ad essere una realtà tangibile.

Questa estate a Villa Celimontana ha fatto il suo esordio il Tango suonato, cantato e ballato, grazie alla Milonga di Natalio che ha animato il bosco della splendida villa romana.

Un grazie agli organizzatori ma soprattutto agli artisti che ci hanno regalato delle emozioni vere, quelle di un Festival che per Roma è ormai un appuntamento irrinunciabile per quanti amano il genere in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, tante quanto ne ha l’animo umano.

A seguire gli ultimi due appuntamenti della stagione. Vi ricordo inoltre che fino al 20 settembre sarà esposta Jazz In Villa la mostra del fotografo Roberto Panucci, che ha ritratto gli artisti che si sono esibiti in questa calda e quasi conclusa estate 2009.

Sab. 19/09/2009  
La compagnia Motus Animorum presenta:
JEKYLL AND HYDE

Il musical Liberamente tratto dal romanzo di Louis Stevenson “Lo strano caso del dottor Jekyll e Mr Hyde”

h. 22:15 ingresso €  9,00

L’eterna lotta tra bene e male  nella battaglia di un uomo e del suo dualismo. È la storia di Henry Jekyll, un brillante medico i cui esperimenti danno vita al suo diabolico alter ego Edward Hyde.

Musiche e libretto di Wilhorn e Bricusse.
Versione Italiana di  Alessia Tona, Matteo Guma, Silvia Santoro. 
Direzione musicale a cura di Aldo Roma   

Direzione musicale: Aldo Roma
Direzione artistica: Alessia Tona, Aldo Roma

 
mario corvini

Dom. 20/09/2009  
VILLA CELIMONTANA JAZZ
ORCHESTRA VILLA CELIMONTANA O.J.V.C.

h. 22:15 ingresso €  9,00

Produttore Esecutivo: Giampiero Rubei
Direttore Musicale: Mario Corvini
Direttore Artistico: Claudio Corvini

Villa Celimontana Jazz saluta la stagione 2009 con un progetto inedito prodotto dallo stesso Giampiero Rubei e che vede la presenza di giovani talenti guidati musicisti di grandissima esperienza quali i fratelli Corvini, ‘colonne’ della romana PMJO – parco della musica jazz orchestra – ensemble stabile dell’Auditorium e in questo progetto coadiuvati da arrangiatori di fama internazionale quali Maurizio Giammarco, Paolo Damiani, Luigi Giannatempo, Pino Iodice, Riccardo Fassi, Luca Seganti.

Il progetto fonde il jazz con l’esperienza della musica elettronica e nasce sulla musica di Joe Zawinul: dai Weather Report a Zawinul Syndacate fino ad altre composizioni eseguite nelle sue numerose collaborazioni.

Mario Corvini direzione, arrangiamenti, composizioni

Carletto Conti Sax Alto e Flauto
Marco Guidolotti Sax Tenore, Sax Soprano, Clarinetto e Flauto
Gianluca Vigliar  Sax Tenore, Soprano e Flauto
Simone Crinelli Sax Baritono e Clarinetto Basso
Andrea Tofanelli (Guest): Prima Tromba e Flicorno
Claudio Corvini (Solist Guest) Seconda Tromba e Flicorno
Francesco Fratini Terza Tromba e Flicorno
Remo Izzi (Guest) Corno Francese
Sergio Chiricosta Primo Trombone
Tony Cattano Secondo Trombone
Marco Galafate Basso Tuba
Andrea Molinari Chitarra Elettrica
Enrico Zanisi Piano
Emilio Marinelli Tastiere
Gabriele Pesaresi Contrabbasso e Basso Elettrico
Pierpaolo Bisogno Percussioni e Vibrafono
Tommaso Carlini Batteria