RICORDO DEL CAPODANNO ROMANO 2015

Standard

Capodanno 2014 Orchestra Operaia (2)

Sono giorni che si parla del Capodanno romano, almeno da queste parti. Effettivamente i 600mila presenti  dai Fori al Colosseo, da piazza Venezia al Circo Massimo, si sono molto divertiti. Bravo Mannarino e bravi i Subsonica. Ma ai Fori la festa è stata veramente diversa e unica con lo Swing. Con l’Orchestra Operaia di Massimo Nunzi, c’erano anche Piji, Giorgio Cuscito e i variopinti ballerini di Swing Circus, nella foto.

Pensandoci bene fu proprio lo scorso anno, esattamente nel Capodanno 2014, che il collettivo Swing Circus aveva dato il via ballando sempre ai Fori, a quello che poi sarebbe diventato un vero fenomeno. Anche se di fatto è un ritorno di fiamma di uno stile, lo Swing, che per qualche tempo era stato un po’ dimenticato, forse snobbato un po’ perché considerato semplice o troppo ‘pop’. Ma è proprio questo modo ‘semplice’ di esprimersi attraverso melodie orecchiabili unite a ritmi trascinanti,  a racchiudere in se una grande forza e la capacità di farsi capire,  cosa che invece non sempre possiamo dire del jazz più sofisticato.

Continua a leggere

Annunci

CAPODANNO AL BEBOP: SWING FINO ALL’ALBA

Standard

Riccardo Biseo

Nell’anno in cui lo Swing è veramente esploso in città, Stefano e tutta la crew del Bebop Jazz Club hanno ben pensato di ‘farla finita’ proprio così! Ballando sulle dolci note della musica che in passato accompagnò, come sfondo musicale, la rinascita culturale e prima ancora economica degli Stati Uniti del dopo 1929. E speriamo che sia di augurio anche per tutti noi. Proprio nel 2014, dai club ai grandi festival alle numerose iniziative legate al ballo, abbiamo toccato con mano quanto lo Swing sia ancora pieno di fascino e carica, a dispetto dei suoi quasi 100 anni di età.  Mi è sembrato giusto quindi concludere l’anno segnalandovi questa gig al Bebop con una formazione di musicisti che sulla ‘pista’ dello swing la fanno da padroni. I fratelli Nunzi, Andrea e Stefano saranno la ritmica con il Signor pianista Riccardo Biseo che accompagnerà una delle voci più squisitamente retro della capitale. Antonellina Aprea vi farà divertire e vi delizierà con alcuni dei brani del suo repertorio totalmente incentrato nell’epoca storica. Attenzione, dopo concerto partirà la jam. Ci si vede lì? A seguire la editor Silvana Rea vi racconta perché il 31 dicembre dovreste andare a cena da Stefano… 

THE SWING BAND 
Antonella Aprea,  voce
Riccardo Biseo, piano
Carlo Ficini, trombone
Andrea Nunzi , batteria
Stefano Nunzi , contrabbasso

Continua a leggere

2013, Anno in Nero?

Standard
Nero, parola dell'anno by cristiana.piraino
Nero, parola dell’anno, Se potessi dare un premio e nominare la donna dell’anno,
per capacità, sensibilità, coraggio e forza morale, non avrei dubbi. Per me è Cecile Kyenge

Tramite Flickr: Con questo pensiero vi auguro buona fine e buon principio e un buon nuovo anno.

2013! Un anno in cui la parola ‘nero’ ha dominato in molti modi. Un numero non molto amato sin dal principio, da esperti di numerologia e dalla superstizione popolare, eppure è stato un altro anno della nostra vita. Di certo un anno particolare in cui la sofferenza ha sfiorato, nel peggiore dei casi, travolto molte persone. Ma ad analizzarla meglio questa ‘sofferenza’ ci si accorge che spesso è questione puramente materiale. Certamente il costo della vita ha piegato la schiena di moltissime famiglie sulla carta e nei telegiornali, perché parliamoci chiaro l’Italiano (non si sa come, ma si sa come) se la cava spesso al nero. Tante altre persone, forse la maggior parte, hanno solo dovuto rinunciare al superfluo. 6 o 12 paia di scarpe in meno nel 2013, oh! e di certo non si è fatto un buco nero nelle scarpiere ben rigonfie di certe signore. Anche in questo caso, dei grandi benestanti, per via del redditometro possiamo tranquillamente ipotizzare l’utilizzo della parola in nero.

Continua a leggere

SWING CIRCUS. Capodanno danzante verso il Cambiamento

Standard

Ci hanno fatto divertire tutto l’anno con video su Youtube e apparizioni durante importanti manifestazioni come la festa del Cinema o come le tante dancing night, che organizzano a Roma, soprattutto al Circolo degli Artisti di martedì, che sono, credetemi, notti romane indimenticabili. Forse perché hanno saputo cogliere lo spirito puro di un’epoca in cui non ci si pensava poi tanto e se c’era la possibilità di divertirsi era da prendere al volo. Anni contrassegnati da uno stile ben preciso, quello di una moda eccentrica quanto frivola, seducente quanto sbarazzina. Ma soprattutto sono stati gli anni in cui ha dominato senza rivali la musica Swing e i balli jazz di derivazione come Charleston, Lindy Hop, Boogie woogie, Balboa, Shag, Tip Tap.

Tutto ciò nell’immaginario collettivo rappresenta i favolosi anni ’30 e ’40, a cavallo di due terribili guerre che sconvolsero il mondo e per l’America, patria dello Swing, una sorta di rinascita necessaria e voluta dopo gli anni ’20 segnati dalla crisi e dal proibizionismo. Lo Swing allora in tutte le sue forme seppe donare gioia e far dimenticare i momenti più difficili.

Continua a leggere

CAPODANNO 2010 A ROMA

Standard

Si avvicina la fine di un altro anno, per me il trentanovesimo. E se la voglia di festeggiare aumenta in questi giorni pero’ si alterna con la normale piccola tristezza di quando qualcosa finisce. Come un soffio la prima decade del nuovo secolo volge al termine e il tempo che passa lascia sempre più ricordi.

Per sconfiggere questa leggera amarezza ho cercato di trovare il Capodanno perfetto e guardandomi intorno a Roma, ne ho trovato più di uno. Ne abbiamo per tutti i gusti e per tutte le tasche, perchè la crisi, inutile negarlo ancora si fa sentire. Ma non per questo si deve rinunciare al festone di San Silvestro.

A seguire una selezione fatta da me dei Capodanni di Roma dove ci sarà musica dal vivo. Vi ricordo che è importante prenotare un tavolo, soprattutto nel caso dei music clubs storici, dove la disponibilità dei posti è limitata.

Vi auguro di passare un bel capodanno e ovviamente un Felice 2010.

>> MUSIC CLUBS DI ROMA 

>> ROOM26   Jazz/House

>> THE PLACE   Dance & Funky

>> BOOGIE CLUB   Blues 

>> ALPHEUS   Rock

>> CHARITY Caffè    Jazz

>> AUDITORIUM  Gospel  

>> BIG MAMA    Blues

>> COTTON CLUB   Jazz  (Dixieland) 

>> GREGORY’S  Swing  

>> JAIL BREAK    Rock

>> BLOW CLUB   DJ Set

>> VILLA CELIMONTANA   Jazz 

>> ALEXANDERPLATZ  Jazz 

_____________________________

CONCERTI IN PIAZZA

>> MAX GAZZE’ (piazza Fabrizio De Andrè – XV Municipio)

_____________________________

ALTRO non live music 

>> DISCOTECHE (Capodannoaroma.com)

>> DISCOTECHE  (SAVEALE)

.

CAPODANNO 2010: Alexanderplatz

Standard

Giov. 31/12/2009  JAZZ
KING OF SOUL
Boysie White & Michael Whitaker
 
dagli USA con la Band al completo
Alexanderplatz Jazz Club
Via Ostia, 9
Ingresso con tessera h.22:00

Boysie White, voce
Michael Whitaker,  voce
Massimo Faraò,  piano
Pippo Matino, basso elettrico
Massimo D’Avola, sassofoni
Roberto Giacquinto, batteria

Mai un Capodanno così fantastico all’Alexanderplatz con i migliori vocalist in circolazione! Originario di New York, Boysie è uno show man a 360 gradi. Vocalist straordinario, ha partecipato a numerosi musicals come Mama I want to Sing, Hair e The Best of Brodway. Vincitore del Natalie Cole’s Big Break Show, è stato anche vocalist per i Blackstreet Boys. Cantante ed insegnante di Gospel è una miscela esplosiva in grado di passare da un repertorio classico attraverso i grandi brani del pop, le ballate, il jazz ed il soul. Con lui la splendida e calda voce di Michael Whitaker e un ensemble composto dai più noti interpreti del jazz internazionale.

.

Informazioni

Per info su disponibilità e prenotazioni tavoli  06 39742171

Apertura 20:30 Inizio concerti 22:00
Ingresso  10,00 € con tessera mensile

CAPODANNO 2010: Gregory’s Jazz

Standard

 

Giov. 31|12|2009 JAZZ
EMANUELE URSO SEXTET

Gregory’s jazz Club   >>> music clubs di roma
Via Gregoriana 54/a 06 6796386

Emanuele Urso, clarinetto/batteria
Antonio Pierri, vibrafono
Francesca Faro, voce
Adriano Urso, pianoforte
Alessio Urso, contrabbasso
Osvaldo Mazzei, batteria

La formazione base è arricchita dalla presenza di un virtuoso del vibrafono, Antonio Pierri  e dalla voce di Francesca faro. Nel jazz il vibrafono si impone presto come strumento solista sin dai primi anni, per poi divenire uno strumento dalla tecnica melodico-armonica sempre più perfezionata fino a imporsi negli anni ’50 come uno degli strumenti principe della musica jazz.

Lo show sarà carico di ritmo e proporrà alcuni dei pezzi che hanno fatto la storia dello swing e del jazz ballabile, in attesa del pazzesco finale alla batteria. Il grande Jazz è tornato…a tutta velocità.

Informazioni

L’ingresso al locale per il capodanno è solo su prenotazione,  per info telefonare al 327-8263770 mar-dom dalle 15:00

Costo :  in aggiornamento