ANTONELLA VITALE, CANZONI DAL CUORE

Standard

songs in my heart cover antonella vitale

Dopo qualche anno dall’ultimo disco, la jazz vocalist Antonella Vitale pubblica un nuovo ‘viaggio’, il settimo per l’esattezza, alla ricerca delle emozioni e dei ricordi. Songs in My Heart edito dalla AlboreJazz, non è solo un disco. E’ una dichiarazione d’amore alla musica e al tempo che passa e lascia nell’anima indelebili gocce di gioa. Così sono le canzoni che Antonella ha voluto inserire in questo album.

Continua a leggere

ANTONELLA VITALE IN DIRETTA, DAL SUO CUORE

Standard

Il trailer del nuovo album che Antonella Vitale, jazz vocalist di grande spessore e molta passione, ha appena pubblicato grazie a una collaborazione internazionale con ALBORE JAZZ, piccola etichetta discografica giapponese, specializzata in Jazz italiano e europeo.  Godetevi il Trailer, in arrivo l’intervista rilasciata da Antonella a Romalive. Continua a leggere

QUICK PRESS: Cos’è AgusCollective Jazz ?

Standard

Sto curiosando su Facebook tra le foto di AgusCollective. Sfondo nero, tappeto rosso, partiture buttate a terra. Un alternarsi di musicisti e tutti di grande valore. Vedo Domenico Sanna che sembra suonare un tavolino, in realtà guardando bene sopra c’è una tastiera minuscola, poi in uno scatto successivo eccolo al piano mentre lascia il tavolino a Gregory Burk, intanto Marcello Allulli suona il Sax e Francesco Puglisi, ad occhi chiusi, palpa il suo meraviglioso contrabbasso. Scorro l’album ed ecco un’altra foto. Ah be, ora capirò meglio di che si tratta! Sì certo stanno suonando dei jazzisti, evidente, ma al di fuori da ogni schema (o formazione ufficiale per capirsi) .

Infatti ecco 4 contrabbassisti in fila che suonano contemporaneamente, da sinistra Stefano Nunzi, Vincenzo Florio, Luca Fattorini e Francesco Ponticelli. In questa foto non trovo né una descrizione né un tag. Solo un commento pieno di passione: In-cre-di-bi-liiiiii!!!!! Giusto veramente incredibile. Ma che cos’è? La curiosità mi divora e sono in confusione vera. Beh in questi casi che si fa? Si va in rete e si cerca. E subito trovo il loro blog. Un improvviso entusiasmo mi pervade. Peccato però che scema immediatamente,  dato il blog è rimasto a gennaio 2013. Oltretutto non trovo nessuna spiegazione, in pratica non c’è neanche un about us.  Sento la mia fronte  corrugarsi in segno di preoccupazione.

Ma non mollo e scoprirò cosa stanno facendo tutti questi musicisti in modo cosi disordinato eppure capaci di emanare un fascino tanto incredibile che mi ricorda il jazz di altri tempi, quello che possiamo gustare solamente attraverso foto d’epoca.

Amici di Romalive, vi terrò aggiornati!

di C.Piraino

B’JAZZ SPINGE TARENZI PUGLISI SUI SENTIERI DELL’IMPOVVISAZIONE

Standard

Giov. 11/7/2013
ROBERTO TARENZI meets FRANCESCO PUGLISI
Sentieri musicali: improvvisazione
Rassegna B’Jazz: il gusto internazionale della musica
Baccano h.22:30
Via delle Muratte, 23
Ingresso Gratuito

La neonata rassegna B’JAZZ, il Gusto Internazionale della Musica, ci porta questa settimana sui sentieri affascinanti quanto impervi dell’improvvisazione. A sfidarsi simbolicamente saranno due musicisti che apprezzo particolarmente. Roberto Tarenzi, al piano e Francesco Puglisi, al contrabasso si scambieranno battute di un copione non scritto e potranno dare prova – semmai ne avessimo bisogno – della loro enorme bravura. Sono musicisti che ci mettono l’anima, la testa e la grande tecnica. Il tutto sostenuto da una cultura jazzistica a dir poco sconfinata.  Be there!

MAGGIORI INFO  Continua a leggere

ANTONELLA VITALE e il suo Jazz Elegante

Standard

Sab. 7.4.2012
ANTONELLA VITALE QUARTET
GREGORY’S JAZZ CLUB
Via Gregoriana 54/a
info e prenotazioni 
WEB: gregorysjazz.com
T. 327.8263770 06.6796386

con

Antonella Vitale, Voce
Andrea Beneventano, Piano
Francesco Puglisi, Contrabbasso
Alessandro Marzi, Batteria

Jazz tradizionale e jazz di estrazione più moderna si incontrano e si armonizzano, grazie ad una pregevole versatilità vocale ed una raffinata ed intelligente capacità interpretativa della vocalist e compositrice Antonella Vitale. Il concerto prevede riletture di standards americani attraverso sofisticati arrangiamenti curati da Andrea Beneventano, e composizioni autografe. Ad accompagnarla sarà un Trio di eccellenti musicisti con i quali la vocalist vanta una solida collaborazione artistica e con cui ha realizzato la maggior parte suoi lavori discografici, come il CD “Raindrops” prodotto da “Velut Luna” ed il CD “Random” per l’etichetta NewMediaPro.

Alla Casa del Jazz il sassofonista Gianni Savelli

Standard

Ven. 29.7.2011
GIANNI SAVELLI MEDIA RES
Casa del Jazz
Via Di Porta Ardeatina
Euro 12.00 h. 21:00

>> PAGINA Facebook

Media Res del compositore Gianni Savelli é una incredibile esperienza artistica fatta di musicisti diversi tra loro, ma uniti proprio dalle note che Gianni Savelli pensa per loro. Diversita’ artistiche necessarie ad una musica in continua evoluzione, mutevole come il tempo.

Il viaggio e la scoperta di nuovi mondi figurativi, disegnati perfettamente attraverso le composizioni del poetico Savelli ed eseguite rigorosamente in acustico dalla small band, sono il punto di vista principale di un gruppo che vanta ormai numerosi anni di collaborazione. E’ anche grazie a questa duratura unione che oggi Media Res sa regalare a chi ascolta momenti di musica sublime che puó sfiorare il cuore e l’anima, dove l’interplay é totale condivisione e l’interpretazione diventa corale.
Ritroveremo il jazz anni 50 nel sound tromba e del sax tenore, le percussioni afrocubane, la cantabilità mediterranea delle melodie, la libertà e frammentazione di certo jazz contemporaneo, l’architettura classica delle composizioni, le suggestioni del continente africano…

NOTE: il  concerto viene segnalato sul portale della CdJ come un set di Latin Jazz, in realtá se proprio volessimo etichettare il repertorio di Gianni Savelli Media Res, dovremmo piuttosto definirlo un laboratorio di jazz contaminato dalla worldmusic. Ma possiamo noi chiudere una farfalla in una scatola? Possiamo. ma non dobbiamo.

IL GRUPPO

GIANNI SAVELLI MEDIA RES
Gianni Savelli sassofoni, flauti
Aldo Bassi tromba, flicorno, trombino
Pierpaolo Principato pianoforte
Luca Pirozzi contrabbasso
Alessandro Marzi batteria, percussioni

Ingresso euro

Photo review: Stefano di Battista feat Gino Castaldo

Standard

Una serata unica, tra musica e bellissime parole all’Alexanderplatz di Roma. Stefano di Battista ha presentato il progetto “Woman’s Land”  nato dalla collaborazione con il musicologo Gino Castaldo.  Leggi il Post di approfondimento >> Nella Women’s Land risuona il Jazz

I presenti avranno portato con se il ricordo di note incredibilmente ricche di storia e sentimento, per tutti gli altri la stessa possibilità ci sarà questa sera e domani 25 settembre. Per tutti gli altri pubblichiamo il set fotografico di Roberto Panucci che trovate in versione integrale sul nostro profilo >>Flickr

Nella Women’s Land risuona il Jazz

Standard


foto di Roberto Panucci

23-24-25 Settembre 2010
STEFANO DI BATTISTA feat. GINO CASTALDO
Women’s land
Alexanderplatz
Opening stagionale
Via Ostia, 9
0639742171
Ingresso con tessera

Stefano Di Battista, sax alto, soprano
Roberto Tarenzi, piano
Francesco Puglisi, contrabbasso
Roberto Pistolesi, batteria
Letture di Gino Castaldo

Dopo il debutto a Villa Celimontana della scorsa estate, tornano insieme all’Alexanderplatz due numeri uno, di ‘arte’ diversa, ma uniti in uno stesso ambizioso progetto. Stefano di Battista contraltista e Gino Castaldo critico musicale provano a scendere nel profondo delle cose ed esaminarle, da due diversi punti di vista – la musica e la narrazione, giungendo però allo stesso risultato. E’ così che hanno raccontato gli universi di acune donne, immaginarie o reali, ma vissute in epoche diverse e che la vita ha reso indimenticabili, a volte inconsapevolmente, da Valentina Tereshkova, prima donna nello spazio al personaggio Molly Bloom ed ancora la Penelope di James Joyce, Lucy lo scheletro di donna preistorica o ancora Rita Levi Montalcini, Anna Magnani e Ella Fitzgerald.

Ognuna di queste ‘eroine’ rimane nella memoria collettiva e a loro Stefano di Battista ha dedicato un repertorio di brani originali scaturiti dalle suggestioni di Gino Castaldo “E’ un omaggio, un tributo – dice Castaldo – le donne scelte sono state figure meravigliose, illuminanti, decisive, portatrici del mistero, di saggezza, di luce“. Non si tratta di un viaggio nel tempo, sebbene i singoli contesti siano lontani tra loro, ma sembra piuttosto un tentativo di descrivere le immense possibilità che alcuni esseri umani hanno e sottolinearne il valore storico-sociale oltre che umano. “Si tratta di ritratti in musica, con delle brevi evocazioni parlate. I personaggi sono stati scelti volutamente con un raggio molto ampio: Molly Bloom, personaggio immaginario, letterario, Rita Levi, realissima, Anna Magnani, reale ma che intepretava personaggi immaginari, Lara Croft, la prima eroina virtuale, Lucy, l’eva ominide di 3 milioni di anni fa, Ella Fitzgerald, forse per l’occasione aggiungiamo per la prima volta Coco Chanel“. E’  un esperimento riuscito, quello di far parlare  il più strumentale dei generi musicali, il Jazz.

Saranno tre le serate che l’Alexander Platz dedica al progetto Women’s land, dal 23 al 25 settembre, per inaugurare la nuova stagione musicale. Sul palco insieme a Castaldo e Di Battista tre grandi musicisti Roberto Tarenzi al piano, Francesco Puglisi al  contrabbasso e Roberto Pistolesi alla batteria.

E POI..

Dom. 26/09 DOMENICO SANNA TRIO
Domenico Sanna, pianoforte
Giorgio Rosciglione, contrabasso
Marco Valeri, batteria
Lun. 27/09 SILVIA MANCO TRIO
Mar. 28/09 PIETRO LUSSU TRIO
Mer. 29/09 NICOLA ANGELUCCI QUARTET “THE FIRST ONE”
Gio. 30/09 GERARDO DI LELLA BIG BAND